[VIDEO MUSICALE] “Foligno che fiotta” by Ser Angel

Un simpatico brano in dialetto Folignate

0
811
Foligno
Foligno

Come è nata la canzone “Foligno che fiotta”

Il brano Foligno che fiotta mi è venuto in mente leggendo quotidianamente quello che i miei concittadini scrivono sull’omonimo gruppo Facebook: una serie di post che raccontano il nostro quotidiano in modo molto scanzonato e di una simpatia unica esaltata dall’obbligo del dialetto. Ma anche un gruppo che via via organizza eventi e raduni spesso a scopo di beneficienza.
Essendo cresciuto poi con le canzoni dell’inarrivabile Fojetta (di cui da bambino ebbi la fortuna di ascoltarlo dal vivo ed avevo la musicassetta) avevo in mente da tempo di creare un brano in dialetto; poi il gruppo mi ha fatto scoccare la scintilla. Una volta avuta l’idea (regolarmente registrata in Siae come tutti gli altri miei inediti) ho fatto in modo che nel giro di una decina di giorni la canzone fosse completata e divulgata.
Da cantautore ogni brano che compongo è una bella soddisfazione, ma quando accade di poterlo fare per la propria città (così come avvenuto lo scorso anno col brano La Quintana di Foligno) la fierezza si decuplica.

Il testo di “Foligno che fiotta”

Posta, su Foligno che fiotta, quarchitunu che sbotta, daje veni anchi tu in rete,
daje, tra ‘na vecchia e ‘na potta, lu vicinu s’abbotta,
ci sta sempre da bè e da magnà
Ooh, fiu mia, va vvia, se ce veni a scimmiottà
Chi fiu sei? Pare inglese ma è solo un po’ borghese
come quanno dico sorca, o lu funnu che fa smorca
co l’ulia, quella voce, che non canta ma se coce!
Posta, su Foligno che fiotta, quarchitunu che sbotta,
daje veni anchi tu in rete,
daje, tra whottsappe e feisbucche, chi s’è arfatta lu lucche
ci sta sempre da ride e da ballà!
chatta, non cercà la cravatta, semo jente un po’ matta
che te offre anche quello che non c’ha
daje, fra un cutuiu e ‘na valla , c’è chi sona e chi sballa e anche quillu che vene a denuncià
Fra li riuni e la Quintana tira un po’ de tramontana
che t’avvoje e fa volane li linzoli e sottane
È lu centru de lu munnu, spissu è callu come un furnu
ma se ‘mbianca Corfiorito, te se jela lu vistitu

Posta, su Foligno che fiotta, quarchitunu che sbotta,
daje veni anchi tu in rete,
a vorde, c’è chi cruda e chi cotta, tintillinu che arlotta, ma non ce facemo impressionà.. tanto ormai ce se sa un po’ qua e un po’ là,
ce scotemo senza strillà, passerà!!!
Posta, su Foligno che fiotta, quarchitunu che sbotta,
daje veni anchi tu in rete,
daje, tra whottsappe e feisbucche, chi s’è arfatta lu lucche
ci sta sempre da ride e da ……
daje, tra ‘na vecchia e ‘na potta, lu vicinu s’abbotta,
ci sta sempre da bè e da magnà
chatta, non cercà la cravatta, semo jente un po’ matta
che te offre anche quello che non c’ha!!!