Dove raccogliere Castagne in Umbria e nel Centro Italia

L'autunno è la stagione delle castagne ma per i neofiti non è sempre facile sapere dove raccoglierle

0
950
Dove trovare castagne in Umbria
Dove trovare castagne in Umbria

Raccogliere le castagne è una passione, un passatempo divertente e piacevole come ovviamente il mangiarne in compagnia insieme ad un buon bicchiere di vino rosso.

Alcune precauzioni e consigli

Vediamo quali sono le zone dove poterle trovare, prestando attenzione se si tratta di raccolta libera e condizionata da permessi e limiti di quantità, prima di recarsi nella zona prescelta è bene chiedere informazioni al Comune di competenza.

(Altra raccomandazione importante è quella di munirsi di guanti adatti onde evitare di pungersi con i ricci, come portare con se’ anche un bastone robusto per rompere i ricci che contengono il gustoso tesoro dei boschi).

In Umbria la raccolta delle castagne si estende un po’ in tutta la regione. Castagneti sono presenti nelle zone circostanti di Spoleto, sui Monti Martani, Serano e Subasio, e in particolare nei boschi di Montebibico, nella zona della Vallocchia e di Pompagnano. Belle passeggiate in boschi e castagneti sono però possibili anche nei dintorni  di Umbertide, di Città di Castello, Perugia (Monte Malbe), Terni e Orvieto, per citare le città più famose. Da segnalare anche l’area di Preggio e Lisciano Niccone, situata al confine con la Toscana. Le castagne sono reperibili anche nella zona dei monti Sibillini in particolare quella del Monte Vettore.

Inoltre va seguita anche una analisi altimetrica di dettaglio della Carta Forestale Regionale, la quale ha evidenziato che i castagneti sono localizzati nella fascia altimetrica tra i 200 ed i 1200 metri s.l.m. e in particolare il 17% a quote inferiori a 400 metri ; il 74% tra 400 ed 800 metri e il 9% sopra gli 800 metri. Essi sono posti su versanti esposti a nord e in particolare il 69% si colloca sui quadranti nord-occidentali e il 31% su quelli sud-orientali ( Calandra et al. 1996b). In conclusione l’ambito fisiografico di maggiore concentrazione dei castagneti in Umbria è identificabile nella fascia altimetrica compresa tra i 500 e i 600 metri s.l.m con allargamemto della fascia  dei 400-550 metri nelle esposizioni nord e est e alla fascia 600-700 nelle esposizioni ovest e sud.

Passiamo alla Toscana, in questa regione i posti dove raccogliere le pregiate castagne sono diversi. Ricco di castagne è, ad esempio, il Monte Amiata, ma anche una piacevole passeggiata per i sentieri e i castagneti del Mugello vi regalerà un’abbondante raccolta del saporito frutto. Le castagne e i marroni di entrambe le zone hanno “denominazione IGP” (Indicazione Geografica Protetta). Famose per la raccolta sono poi anche l’area della Lunigiana (in cui si produce una farina di castagne DOP), quella del Casentino e quella di Manciano.

Rimanendo nel Centro Italia, possiamo dedicarci alla raccolta delle castagne anche nel Lazio. A nord di Roma una zona di castagneti rigogliosi è quella di Manziana. Da segnalare anche i celebri castagneti di Vallerano e Canepina in provincia di Viterbo. Sia Manziana che Vallerano sono famose anche perché ogni anno, nel mese di ottobre, dedicano diverse giornate di festa alle deliziose caldarroste con sagre e manifestazioni culturali. Ideali per la raccolta delle castagne sono anche i Monti Lepini e i Monti Cimini.

Chiudiamo la rassche. egna dei migliori posti dove raccogliere le castagne nel Centro Italia con le Marche, anche in questa regione non mancano boschi pieni di alberi di castagno. Tra i più conosciuti, spiccano i castagneti presenti lungo i suggestivi sentieri dei Monti Sibillini, quelli situati nella interessante zona di Arquata del Tronto e in particolare sul suo rinomato Monte vettore.