Facebook e vacanze: consigli per difendersi dai ladri

Una vita troppo social fornisce molte informazioni ai male intenzionati, basta seguire delle semplice regole per non trovarsi con la casa svaligiata

0
1084
difendersi dai ladri
difendersi dai ladri

Le regole da seguire  su Facebook e su Twitter per difendersi dai ladri di appartamento, valgono tutto l’anno e non solo in estate, quando aumentano i fine settimana fuori casa  o ci si allontana per un meritato periodo di vacanza.

Attraverso il desiderio di apparire e di comunicare nei social-networck si offrono informazioni utili ai topi di appartamento sulle nostre abitudini e sulle nostre intenzioni, fino a farci diventare vittime potenziali di furti in casa. Basta seguire delle semplici regole per evitare di trovare delle spiacevoli sorprese.

Le regole principali per post e selfie che “parlano troppo di noi” ai ladri seriali.

-1 Evitare di pubblicare foto di weeck end trascorsi al mare e in montagna, questo fatto consente ai predatori di conoscere le nostre abitudini e di colpire indisturbati. Inoltre foto di luoghi esotici, crociere, o vacanze costose, rivelano il nostro status sociale e aumentano le probabilità di subire un furto in casa.

-2 Evitare di  postare commenti mentre ci troviamo al  lavoro oppure pubblicare quotidianamente notizie sul nostro rientro a casa dopo una dura giornata in ufficio, queste informazioni costituiscono materiale prezioso per chi vuol entrare in casa. Infatti, l’orario 17/19 è particolarmente favorevole per i topi di appartamento, visto che tanti segnalano sui social, in quella fascia, la loro permanenza sul luogo di  lavoro, le loro fatiche in palestra o l’aperitivo che stanno consumando con gli amici. Questo vale sopratutto per persone single che non hanno nessuno in casa ad aspettarle.

-3 Un consiglio di generale prudenza: se avete molti  amici su Facebook e soprattutto se siete in contatto con friends solo “virtuali”, cioè senza mai averli conosciuti di persona, non date mai informazioni precise su dove siete e cosa fate, anzi volutamente raccontate qualche “balla”, utile per depistare chi ha cattive intenzioni.

-4 evitare di ostentare immagini di oggetti, che possono far capire il nostro stato sociale e quindi farci entrare nel mirino dei ladri. Macchine di lusso, oggetti  preziosi o di valore sono indicatori essenziali per chi vuol cercare un bottino copioso nella nostra abitazione.

-5 evitare di postare foto esterne della propria abitazione, a volte involontariamente si fa capire che genere di casa abbiamo e dove essa si trova, si tratta di informazioni utilissime a chi sta pensando al suo prossimo furto. Forse è un fatto scontato, lo stesso vale per l’indirizzo dove abitiamo, mai inserirlo nelle informazioni relative al nostro profilo.

-6 evitare di scrivere post relativi a giorni di partenza o di ritorno dalle vacanze, è come fare un esplicito invito a svaligiarci la casa durante la nostra assenza. Questo vale sia per i post che i commenti tra amici del tipo: -quando parti o partite?-, oppure  -Quanti giorni rimani fuori?- e frasi similari che informano i male intenzionati. La parola d’ordine è dunque: assoluta riservatezza su tempi e luoghi dei nostri spostamenti.