Il Vampiro Energetico: Una Vita Piena di Paura e Molestie

Imprigionata in una ragnatela di follia, una storia

0
1384
vittima di un vampiro energetico
Vittima di un vampiro energetico, imprigionata in una ragnatela di diamanti

Questa purtroppo è una storia vera, una delle tante… una delle poche che leggerete!

Mi presento sono una donna di 54 anni e ho avuto questa ahimè duplice esperienza, non me ne bastava uno di vampiro energetico, sono caduta anche nella seconda storia.

Si riceve quello che si dà

Se scopro chi ha coniato questa frase gliela faccio mangiare a lettere maiuscole, facendogliela passare prima dall’intestino. Affronta la paura e sconfiggila…..è una parola!!

Credo fermamente nelle favole, infatti mi ritrovo in sintonia perfetta con Maleficent.

Maleficent si innamora del principe, viene tradita, umiliata, derisa, mutilata e di conseguenza  prima si vendica su un innocente, poi ritrova il suo io melassoso, comincia ad amare la sua vittima e uccide, ahimè che malaugurato incidente, il di cui prima principe. Fine della storia e vissero tutti felici e contenti senza l’alito fetido sul collo di un principe dei miei stivali.

Premetto che sono diventata una cinica estrema, esternamente parlando, dentro sono sempre io, solo con la voglia di vivere sotto i piedi. Tutto grazie a un uomo, un bipede di sesso maschile che è entrato nella mia vita in un momento per me delicatissimo.

Mi stavo separando da un marito  #egocentrico#egoista#cultoredelsonobelloebravosoloio, quindi i mio bisogno di attenzioni era estremo.

Allarme rosso!!

Quando avete bisogno di attenzioni, è proprio come andare a fare la spesa quando abbiamo fame, si prendono un casino di troiai e poi non abbiamo niente di decente da mettere in tavola.

Il titolo di questa storia sarebbe potuto essere solamente

Vittima di un vampiro energetico

che va tanto di moda, ma, fosse stato solo uno, invece ne ho subiti due, uno dietro l’altro.

Abbiate pazienza , è solo l’inizio.

Conoscere come già detto, una persona che ti riempie di attenzioni, mentre ti stai separando, che sembra  ti protegga appare un sogno trasformarsi in realtà.

Vederlo nei fine settimana, ridere, fare piccole pazzie, ti riempie di gioia anche se la prima volta che l’hai sorpreso con il tuo telefono in mano ti ha dato fastidio. Vedere che  immediatamente lo ha  nascosto e con non chalance  cambia  discorso su un regalo che ti vuole fare…

Poi capire che mentre sei in bagno o mentre dormi lui fruga nel tuo pc, e da scema non avendo niente da nascondere non hai mai messo password a niente, posta compresa…aumenta un pò il fastidio.

Poi, il vampiro energetico ti circuisce, ti spiana la strada per le cose giornaliere, piange anche calde lacrime quando ti arrabbi per qualcosa che ha fatto, sei la sua vita, una donna come te era il suo sogno da sempre!

Dunque, sei una overquaranta quindi il prosciutto sugli occhi non dovresti averlo

hai soldi in abbondanza e un figlio che ti adora, un ex marito che rompe da morire ma che vuoi, le separazioni mica sono facili, e lui, che ti chiama quindici volte al giorno, nemmeno lo spazio di una doccia ti lascia.

Hai momenti di fastidio, ma vuoi mettere: quando lo vedi il venerdì sera che arriva con un mazzo di fiori, un bracciale, un invito a cena in un posto bellissimo, tutto il disagio lo metti da una parte per l’ennesima volta.

Poi arriva la svolta

Il vampiro energetico si definisce un manager, pieno di boria sul lavoro e di conoscenze altolocate (così dice), e, capitando l’occasione di comprare (dice lui) un azienda a 500 km di distanza ti propone di spostarti con lui.

Almeno sareste lontani dal tuo ex che ossessiona anche tuo figlio – ti dice, ti martella per mesi, e alla fine dici di si. In definitiva è più di un anno che vi frequentate, va bene, ti sei resa conto che piano piano non vedi più gli amici di prima, che le tue giornate sono scandite dalle sue telefonate quando non è con te.

Che le persone con cui eri in contatto virtualmente perché, lavorando in internet,  avevi conosciuto persone come te appassionate di quel mondo in cui ti guadagnavi da vivere ma…. Da quanto tempo non ti scrivono o rispondono a una mail?  La tua testolina oramai mezza ubriacata da paroloni e progetti di vita fantastica con questo uomo non ragiona chiedendosi il motivo e cercando una risposta, accantona. E accantona anche il fatto che di lui non sai un emerito niente se non le cose dette da lui, abitate in due città diverse quindi non puoi/vuoi saperne di più.

Sei chi frequenti. Anche su questa frase coniata sempre da chissà chi avrei molto da dire. Volete dire che frequentare uno che ti infradicia i cervello vuole dire essere come lui? Vuole dire che farsi rigirare da un manigoldo/bastardo/lestofante è essere come lui? E’ essere una cretina ecco cosa è altro che essere come chi frequenti.

 

E da cretina ti comporti e accetti

E prendi tutte le tue cose, tuo figlio, saluti tutti…tutti, i pochi che in questo anno e mezzo che frequenti lui sono rimasti in contatto con te!!. Ti ritrovi con tuo figlio e questo uomo in una città che non conosci, con poco tempo per pensare perché tra organizzare l’azienda, ovviamente per lavorare con lui ti ha chiesto una quota da mettere, come se giochi in borsa ti dice, è un investimento sicuro, e così gli giri soldi tuoi in un azienda di cui non sai un piffero. E qui riscatta il cretina!!

 

Fermo la testa

Ho cercato di capire il perché di tutto questo. Semplice. Noi donne, bipedi di sesso femminile, usiamo il cuore anche quando non dovremmo, o l’utero, non l’ho capito bene. Quindi, quando un uomo si avvicina, vediamo quello che vogliamo vedere, mettendo da parte le parti negative.

Ti controlla si, ma è per il tuo bene

Ti impedisce di vedere i tuoi amici si, ma perché teme che ti facciano del male. Ti impone di vestirti in una determinata maniera, ovviamente dicendoti che sei bellissima vestita a quel modo, bellissima, come no! Una monaca in confronto si veste meglio di come vuole che ti vesti lui.

Ma lasci tutto da una parte

Ti bastano quelle belle parole, quegli sguardi che secondo te sono di ammirazione. E si, perché anche se sei reputata da tutti oltre che bella intelligente, non ti basta, semplicemente perché come ti dice lui ti amo non te l’ha mai detto nessuno.

Hai sempre fatto tutto da sola, sai spaziare in mille situazioni, ma con lui ti senti piccola, e come tale bisognosa di protezione, quella che non hai mai avuto e allora lasci che lui si impossessi di te.

Risultato

se prima eri in grado di prendere una decisione autonomamente, ora sei titubante.

E non decidi niente senza il suo consenso. Se prima uscivi da sola o con le amiche e ti compravi quello che volevi, ora aspetti il suo consenso e esci solo con lui.

Se prima scherzavi, ridevi, avevi voglia di vivere in mezzo al mondo, ora tutto il mondo è diventato annebbiato e vedi solo lui. Come è successo? Semplice.

Li chiamano Vampiri Energetici perché ti succhiano tutto

ti tolgono la personalità, la volontà, e tu non te ne rendi conto e anzi, sei grata per il fatto che dedichino le proprie attenzioni a te.

E’ così che mi sentivo in quegli anni, annientata nei confronti di tutto il mondo, e con il terrore di essere abbandonata da chi mi aveva resa succube di lui.

Imprigionata in una ragnatela luccicante, splendida, con fili che comandavano il mio corpo e la mia mente.

Luccicante ma pur sempre imprigionata.

Il resto…

lo dirò…