I FATTORI DEI TANTI CONTAGI IN LOMBARDIA

Proviamo a capire i motivi di una situazione Covid-19 particolarmente grave nel territorio lombardo

0
363
Milano
Milano

In primis facciamo una premessa: non intendiamo avere la presunzione della verità assoluta, (poi ognuno di voi si può fare la propria idea in merito), inoltre non affrontiamo questo argomento in ambito politico, ovvero evitiamo la ormai nota diatriba Governo contro Regione Lombardia e viceversa.

L’idea di questo articolo è nata per puro caso, ero al telefono con un caro amico di famiglia che vive alla periferia di Milano da 52 anni, la domanda mi è venuta spontanea: “Aldo ma come mai cosi’ tanti contagi a Milano e in Lombardia”, la risposta di Aldo è stata breve e decisa: “perché da queste parti si lavora molto”, (lo ha detto senza malizia, senza raffronti  di altre parti d’Italia). Aldo mi ha spiegato quali erano dal suo punto di vista gli elementi cardine di un contagio cosi’ grande e cosi’ rapido in Lombardia.

– Un grandissimo movimento di persone che recandosi al mattino al lavoro e poi la sera verso casa, (dalle periferie verso Milano e viceversa), avviene in buona parte con mezzi pubblici, come autobus, treni e metropolitana. Situazioni di strettissimo contatto fra centinaia di migliaia di persone che avviene tutti i giorni per due volte al giorno, chiaro che questo fatto è stato terreno fertile per aumentare i contagi in modo esponenziale.

Altri fattori che hanno contribuito al massiccio contagio in Lombardia, vanno individuati in due situazioni ben precise: (una riguarda un fatto che pochi sanno ma che coinvolge la città di Bergamo), ovvero in quelle zone, circa l’80% dei lavoratori maschi, operano nel settore dell’edilizia come “cottimisti” e si muovono per tutte le città della Lombardia, (lungi da noi il voler accusare nessuno e nessuna categoria). Un altro elemento di forte contagio è ben noto a tutti, o quasi e va sottolineato: la famosa partita svoltasi a Milano, con lo stadio di San Siro, ove sugli spalti c’erano dai 35.000 ai 40.000 tifosi dell’Atalanta, che da Bergamo hanno invaso alcune vie di Milano e i vari bar della zona, prima della gara. Se a questo aggiungiamo il fatto che durante la partita fra cori e urla, le micro gocce di saliva sono state milioni o miliardi, è facile comprendere come il Covid-19 abbia circolato in quella situazione, forse anche questo può spiegare i tanti contagiati di Bergamo e Brescia, considerando la breve distanza fra queste 2 città.

Concludo questa breve analisi, specificando che i fattori qui indicati, sono stati analizzati da persone specializzate nel settore, come virologi ed esperti in protocolli di igiene, i quali hanno concordato su tali concetti, aggiungendo anche la storica presenza in Lombardia delle polveri sottili, a causa dell’alto tasso di inquinamento, micro particelle ove il Coronavirus non disdegna posarsi.