La Chiesa della Santissima Trinità a Foligno e la Calamita Cosmica

0
229
Immagine presa dal sito https://www.lorenzotaccioli.it/calamita-cosmica-di-gino-de-dominicis/

La Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata di Foligno è un edificio sacro progettato dall’architetto Carlo Murena durante la seconda metà del XVIII secolo.

La facciata della Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata testimonia l’incompiutezza dei lavori, a causa della scarsità di fondi disponibili. Infatti, il progetto originale prevedeva una elaborata decorazione in stucco scelta dalle monache clarisse del convento annesso alla chiesa. Tuttavia, la mancanza di risorse finanziarie ha spinto le monache ad entrare in possesso della chiesa prima che i lavori fossero completati, rimandando il completamento a un momento successivo che non è mai arrivato.

Dopo la perdita dell’ordine religioso che amministrava la chiesa nel 1860, essa fu utilizzata come sede militare, panificio, granaio, magazzino, caserma e autorimessa per la Polizia di Stato, il che ha solo peggiorato la struttura. Ad oggi, solo le mura esterne della chiesa sono state conservate, mentre gli interni sono stati ristrutturati dalla Regione Umbria e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno per trasformarli in una sala espositiva.

L’ex Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata, insieme al Centro Italiano Arte Contemporanea di Via del Campanile, costituisce un importante polo museale per la città di Foligno al suo interno oggi è posizionata la Calamita Cosmica.

 

La Calamita Cosmica di Gino de Dominicis al CIAC di Foligno: un’opera d’arte che mette in contatto il mondo cosmico con lo scheletro umano

La Calamita Cosmica di Gino de Dominicis è una monumentale opera d’arte contemporanea che si trova esposta in maniera permanente all’interno dell’ex Chiesa della S.S. Trinità in Annunziata a Foligno, che rappresenta uno dei due poli del Centro Italiano di Arte Contemporanea.

Gino de Dominicis, nato ad Ancona nel 1947 e scomparso a Roma nel 1998, è stato un artista poliedrico che si è distinto per la sua eccentrica predilizione verso le piazze e le strade come luoghi dove esporre le sue opere d’arte. La Calamita Cosmica è una delle sue opere più famose ed è stata realizzata intorno al 1988 utilizzando vetroresina, ferro e polistirolo.

Calamita cosmica dal sito di Lorenzo TaccoliLa Calamita Cosmica al CIAC di Foligno è un enorme scheletro umano lungo 24 metri che rappresenta l’uomo nel suo rapporto con il mondo cosmico. Lo scheletro è steso sulla schiena e regge un’asta di ferro dorata in equilibrio sull’ultima falange del dito medio della mano destra, rappresentando la calamita che mette in contatto lo scheletro con il mondo cosmico.

La scultura è molto imponente e può essere vista sia a piano terra che dal primo piano della chiesa. La conformazione della chiesa permette al visitatore di girare attorno all’opera e di osservarla da diverse angolazioni.

La Calamita Cosmica di Gino de Dominicis ha fatto il giro di diversi musei e spazi aperti sia in Italia che in Europa. Nel 1990, l’opera fu presentata per la prima volta al Centro di arte contemporanea Magazin di Grenoble, in Francia, mentre dal 2011 è esposta a Foligno, nell’ex Chiesa della S.S. Trinità in Annunziata.

La Calamita Cosmica di Gino de Dominicis è un’opera d’arte unica che rappresenta una riflessione profonda sulla natura dell’universo e sulla relazione tra l’uomo e il cosmo. L’imponente scultura di De Dominicis mette in evidenza la forza gravitazionale e l’armonia che regna nell’universo, rappresentando l’uomo come un elemento fondamentale di questo grande sistema cosmico.

In conclusione, la Calamita Cosmica di Gino de Dominicis al CIAC di Foligno è un’opera d’arte che rappresenta un’importante tappa dell’arte contemporanea italiana ed europea. L’opera continua ad affascinare gli appassionati d’arte e i curiosi di tutto il mondo, confermando la straordinaria capacità dell’arte di mettere in evidenza la relazione tra l’uomo e il mondo che lo circonda.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social