FIORITURA DI CASTELLUCCIO EVENTO IDENTITARIO DELL’UMBRIA

Tutelare e promuovere la fioritura di Castelluccio di Norcia, Palazzo Cesaroni vota "sì"

0
116
Fioritura di Castelluccio Umbria
Fioritura di Castelluccio Umbria

La fioritura di Castelluccio ogni anno diventa meta di un sempre crescente numero di visitatori e di un positivo clamore mediatico e social, anche in ambito nazionale ed è divenuta sul “campo”, una rappresentante ufficiale della nostra bella Umbria.

Si tratta di un evento naturale di eccezionale bellezza e richiamo che merita di essere ulteriormente valorizzato, promosso e tutelato, onde creare un indotto turistico ed economico utile e vantaggioso per i territori circostanti e per le sue popolazioni.

Con questi presupposti, fini ed obiettivi è stata approvata all’unanimità, dall’Assemblea legislativa dell’Umbria una mozione del Consigliere Vincenzo Bianconi, Gruppo-misto, integrata da un emendamento del gruppo della Lega, che impegna la Giunta Regionale, nel riconoscere la fioritura di Castelluccio come evento di fondamentale importanza e “di garantire una adeguata organizzazione, immagine, sicurezza, animazione e sviluppo, rispondente alle aspettative delle popolazioni locali e delle decine di migliaia di fruitori nazionali ed internazionali”.

Con l’emendamento dei consiglieri della Lega, con primo firmatario Stefano Pastorelli, si impegna la Giunta a “provvedere alla promozione dei prodotti tipici locali e di tutti gli sport ed attività out-door sostenibili in questo territorio, come ad esempio le pratiche ippiche, sport di volo, cicloturimo e trekking per la ripresa economica post sisma di tutto il comprensorio”.

Per il consigliere Bianconi la fioritura di Castelluccio di Norcia “è forse l’evento naturalistico più attrattivo d’Italia e dovrebbe essere considerato dalla Regione come uno dei grandi eventi che caratterizzano l’identità di questa terra e la sua immagine nel mondo”. Un evento che è cresciuto nel tempo e che quest’anno ha avuto numeri molto elevati, presentando però anche delle criticità, in quanto “non strutturato”: code di auto, assenza di aree di sosta, divieti di calpestare le parti fiorite non rispettato. Per questo, secondo Bianconi “occorre organizzare per far sì che l’evento possa generare valore” ma anche per tutelare l’ambiente e garantire “standard minimi di sicurezza”.

Favorevoli alla mozione si sono dichiarati il consigliere Thomas De Luca (M5s), Valerio Mancini della Lega, Donatella Porzi del Pd.

Stefano Pastorelli ha ricordato che “in passato ci sono stati molti atti di indirizzo che poi sono stati disattesi”, ma sarà cura della Lega verificare “l’impegno della Regione per la fioritura”.