Continua a suscitare sempre più consensi il romanzo “Un respiro in più” di Francesco Mangano

Il legal thriller ambientato a Perugia, dove va in scena una vicenda ricca di intrighi, cadaveri eccellenti e legami amorosi.

0
278

Continua a suscitare consensi e curiosità il romanzo Un respiro in più scritto da Francesco Mangano per i tipi di Morlacchi Editore, il legal thriller ambientato a Perugia, dove va in scena una vicenda ricca di intrighi, cadaveri eccellenti e legami amorosi.

Le vicende dell’Avvocato Riccardo Bove, della bella Alessia Morelli e del PM Nadia Magistrelli sono state al centro del Pomeriggio Letterario di giovedì 9 settembre, rassegna organizzata dal Ristorante Il Moderno che ormai rappresenta un appuntamento fisso per letterati e amanti del centro cittadino.

In una piazzetta gremita, l’autore ha presentato il libro supportato dall’editore Gianluca Galli e da relatori che hanno saputo cogliere diversi aspetti del romanzo: la consigliera comunale Sarah Bistocchi, lo scrittore Nicola Mariuccini ed la Presidente del Tribunale Penale di Perugia Carla Maria Giangamboni.

Si è parlato della città tratteggiata e raccontata nelle oltre 400 pagine del romanzo, del carattere e della personalità del protagonista, un avvocato ultraquarantenne affascinante e tenero, un antieroe che tenta disperatamente di mantenere la sua umanità davanti alle tentazioni ed alle meschinità che lo circondano.

L’autore ha spiegato anche come sono nati i nomi di ogni personaggio e come è stata sviluppata la trama ricca di colpi di scena, che tiene incollato il lettore dalla prima all’ultima pagina.

Un respiro in più (acquistabile anche su Amazon) sta riscuotendo un lusinghiero successo, ha dichiarato l’Editore Galli, e nei prossimi mesi sono in programma diverse presentazioni anche fuori dai confini regionali.

 


 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social