Umbria seconda nell’accoglienza della ristorazione

Secondo il rapporto Travel Appeal’: per stranieri e italiani la regione si conferma di qualità per il settore food

0
97
Interno di un ristorante
Interno di un ristorante

L’accoglienza (90,4%) supera pur di poco,  la qualità del cibo (86,7%). Oggi, per misurare il livello dei ristoranti italiani e soddisfare gli ospiti,  esistono tanti altri parametri ad essere presi in considerazione, oltre al cibo cucinato da cuochi e chef.

Anche l’elemento della sala, incide e molto nel giudizio finale dei clienti, sia italiani che stranieri. Infatti dal rapporto 2019 di “Travel Appeal” emerge anche questo. Ma a far felici i ristoratori della nostra regione è soprattutto un dato: quello che l’Umbria, (insieme al Veneto), arriva poco dopo la Toscana (85,2%) tra le regioni con la migliore reputazione per il settore della ristorazione.

Se nelle guide della ristorazione realizzate da critici enogastronomici, l’Umbria occupa le  ultime posizioni, per stelle e segnalazioni, la nostra regione inverte le posizioni quando a dare il giudizio sono le recensioni dei turisti o clienti.

“Travel Appeal” ha analizzato quasi 21 milioni di recensioni on line (la metà proprio dei ristoranti) tra il 2018 e il 2019 e pubblicate sui principali portali da turisti stranieri (i più soddisfatti dell’esperienza enogastronomica sono gli americani seguiti da inglesi, tedeschi, spagnoli e francesi) ed italiani. Sono 143.800 i ristoranti presenti sul web in Italia, quasi tutti con almeno una recensione nell’ultimo anno. (fonte: umbria24.it)