Tonnarelli con le fave dello Chef Marco Silvestri

Tonnarelli con crema di fave, guanciale amatriciano e pecorino di Norcia

0
1299
tonnarelli con le fave
tonnarelli con le fave

Lo Chef Marco Silvestri ci propone i tonnarelli con le fave.

Un piatto di stagione molto saporito e invitante, ove uno degli ingredienti principali è il tipico pecorino di Norcia.

I tonnarelli sono un tipo di pasta all’uovo fresca simile allo spaghetto alla chitarra, sono di origine abruzzese e diffusi in tutto il centro sud. I tonnarelli hanno un consistenza molto porosa per meglio trattenere la crema di fave.
Oggi vi invitiamo a visionare una intervista del mitico e simpatico chef Marco silvestri.
Tonnarelli con le fave, Ingredienti per quattro persone
-500 gr di tonnarello fresco
-1 kg di fave fresche
-2 cipollotti freschi
-4 fette sottili di guanciale
-120 gr di pecorino di Norcia
-pepe nero  e sale fino q.b.
-60 ml di olio evo 

Preparazione dei tonnarelli con le fave

-1 Per preparare i tonnarelli con crema di fave, guanciale e pecorino, mondare e pulire le fave e sbollentarle in acqua salata per 2/3 minuti.
-2 Successivamente farle raffreddare in acqua e ghiaccio e tenere da parte le più piccole, eliminando la pelle esterna.
-3 Mettere le fave rimaste nel bicchiere di un mixer, aggiungere un pizzico di sale e un filo d’olio extravergine di oliva. Frullare fino a ottenere un composto omogeneo (nel caso risulti troppo denso aggiungere qualche cucchiaio di acqua).
-4 Passare la crema ottenuta in un colino e tenere da parte.
-5 In una padella, far rosolare a fiamma dolce i cipollotti tagliati finemente insieme al guanciale e  aggiungere la crema di fave.
-6 Nel frattempo cuocere in abbondante acqua salata i tonnarelli, poi scolarli al dente e continuare la cottura in padella insieme alla crema di fave guanciale e cipollotti.
-7 Una volta ultimata la cottura in padella, aggiungere il pecorino di Norcia e pepe nero a fiamma spenta e continuare a mantecare per qualche secondo.
-8 Impiattare i tonnarelli con crema di fave, guarnendo con le fave piccole tenute da parte.