TANTI TURISTI PER LE MUMMIE DI FERENTILLO

Ferentillo, (TR), registra un forte aumento del flusso turistico, proprio per il Museo delle Mummie

0
326
Museo delle Mummie di Ferentillo
Museo delle Mummie di Ferentillo

Personalmente ho realizzato un documentario sulle Mummie di Ferentillo, nel lontano 1986, (avevo intuito l’importanza di questo fenomeno di mummificazione e ne avevo colto l’importanza dal punto di vista turistico). Quel video fu montato e sonorizzato da Tom Giottoli, nella struttura video della Regione Umbria, che ne concesse l’uso gratuito, visto il fine culturale di tale documentario.

Mummie di Ferentillo
Mummie di Ferentillo

Oggi mi fa davvero piacere leggere dell’exploit di questo museo, che nel tempo è stato migliorato e trasformato, rispetto alla cripta originale, ubicata sotto la Chiesa di S.Stefano, luogo in cui si è generato il fenomeno della mummificazione naturale dei corpi ivi sepolti tra il 1700 e il 1800.

Tornando ad oggi, 1500 visitatori al Museo delle Mummie di Ferentillo nel mese di luglio, (con un incremento del 65% rispetto a luglio 2019), quando se ne erano registrati 900. Un trend di crescita che conferma ancora di più la rilevanza di questo museo della Valnerina.

I dati di luglio lasciano ben sperare per il prosieguo della stagione che era cominciata molto male a causa della chiusura forzata per il Covid-19 e poi con tutte le incertezze dovute ai regolamenti per l’anti-contagio nei luoghi museali.

Ogni estate il Museo delle Mummie e il paese di Ferentillo sono meta di numerosi turisti, sia per la vicinanza alla Cascata delle Marmore, che per le tante attività sportive outdoor da praticare nel territorio ferentillese.

l Museo delle Mummie e l’abbazia di San Pietro in Valle, ubicata sempre nella zona di Ferentillo, avranno anche la possibilità, a breve, di una importante valorizzazione e promozione turistica integrata con tutti i musei della provincia di Terni, grazie alla partecipazione al progetto “La valle incantata” di recente finanziato dalla Regione Umbria e che porterà ancora più turisti a scoprire questi luoghi meravigliosi della Val Nerina.