PERUGIA-BETTOLLE: FINE DI UN INCUBO

Finalmente sono terminati i lavori sul raccordo

0
185
Raccordo Perugia-Bettolle
Raccordo Perugia-Bettolle

Le lunghe code, lo stress, ritardi al lavoro e contrattempi per lavoratori e turisti che si sono imbattuti nei lavori sul raccordo Perugia-Bettolle, ora sono solo un brutto ricordo estivo. Fin dalle prime luci dell’alba di domenica 30 agosto sono stati rimossi tutti i cantieri aperti sul raccordo dove sono stati effettuati lavori di riqualificazione della carreggiata per 12 milioni di euro.

Questi fastidiosi ma necessari interventi hanno permesso il risanamento totale di circa 14 chilometri di carreggiata tra tratto principale e rampe degli svincoli di PrepoSan FaustinoPiscille e innesto E45 in zona Ponte San Giovanni.

La tanto attesa e auspicata  comunicazione della fine dell’intervento è giunta direttamente da Anas (Gruppo Fs italiane) che aveva annunciato il ripristino della normale viabilità tra Ponte San Giovanni Prepo e la riapertura degli svincoli interessati entro l’inizio del mese di settembre.

Un asfalto più comodo e sicuro

I lavori hanno riguardato, in particolare, la rimozione totale della vecchio manto stradale, il miglioramento degli strati di fondazione sottostante fino a circa 60 cm di profondità e la realizzazione di un nuovo piano viabile con asfalto drenante che consente di migliorare sensibilmente il comfort di guida e la sicurezza della circolazione soprattutto in caso di pioggia.

Gli interventi eseguiti sul raccordo Perugia-Bettolle rientrano in un investimento di 12 milioni, attivato nell’ambito del piano di manutenzione programmata della rete Anas in Umbria che ammonta a un valore complessivo di oltre 860 milioni di euro di cui 187 milioni completati negli ultimi due anni (di cui 35 milioni ultimati da gennaio a oggi), 118 milioni di euro di lavori attualmente in corso e 59 milioni di euro di lavori in fase di avvio.

Sul raccordo al momento non si prevedono altri interventi. Nel lungo periodo invece saranno adeguate e migliorate due delle quattro gallerie presenti lungo il tratto perugino. La sistemazione precedente aveva infatti riguardato Volumni e Prepo. Restano da adeguare Pallotta e Madonna Alta ma per il momento gli interventi non sono stati programmati. Sul fronte cittadino la stessa Anas conferma la totale sicurezza del viadotto di San Faustino. Le segnalazioni di alcuni automobilisti riguardo la caduta di calcinacci di tale viadotto, hanno fatto partire tutti i controlli del caso e l’intervento dei vigili del fuoco che hanno appurato la stabilità e sicurezza di questo cavalcavia.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social