La stagione di prosa a Corciano

Sei spettacoli di grande rilievo al Teatro della Filarmonica

0
2541

Bianca Maria Ragni, responsabile del circuito teatrale del Tsu e Lorenzo Pierotti, assessore alla cultura del Comune di Corciano, hanno presentato la nuova stagione di prosa che andrà in scena nel piccolo (140 posti) e bellissimo Teatro della Filarmonica di Corciano.


Sei spettacoli di grande rilievo
che vedranno calcare il bellissimo palcoscenico dello scrigno teatrale di Corciano da nomi di prestigio della scena teatrale italiana.

*** *** ***

Si inizia con “Itaca”, sabato 25 novembre. Lino Guanciale, attore tra i più premiati dal pubblico televisivo, torna sul palcoscenico con un viaggio che parte da Itaca e dalla figura di Ulisse.

Giovedì 14 settembre ci sarà “Todi is a small town in th center of Italy”, scritto e diretto da Liv Ferracchiati.

Venerdì 5 gennaio sarà la volta di “Cantico”, narrazione in musica. Tratto dal romanzo di Aldo Nove, per la regia e la rielaborazione di Giulia Zeetti.

Venerdì 9 febbraio “Come Cristo comanda”, di Michele La Ginestra, con Massimo Wertmuller e Michele La Ginestra. Regia di Roberto Marafante.

Casa di bambola” verrà rappresentato martedì 27 febbraio. Di Henrik Ibsen, con Valentina Sperli, Roberto Valerio, Michele Nani, Massimo Grigò, Carlotta Viscovo, Debora Pino. Adattamento e regia di Roberto Valerio.

Sabato 17 marzo c’è “Rosalyn”, di Federico Erba, con Marina Massironi, Alessandra Faiella, per la regia di Mila Boeri.

Il rapporto costruttivo fra Teatro Stabile dell’Umbria e il Comune di Corciano dura ormai da tempo.
“Un’esperienza bellissima – ha detto l’assessore Pierotti – iniziata cinque anni fa con l’obiettivo di far conoscere un teatro nuovo, il Teatro della Filarmonica di Corciano. Non posso non notare con soddisfazione che abbiamo costruito un pubblico che ci segue con passione, portando a teatro anche persone che non vi erano mai entrate. La Stagione di quest’anno è particolarmente accattivante e piena di grandi nomi della scena italiana, ringrazio il Teatro Stabile dell’Umbria che con grande professionalità ci affianca in questa avventura”.