Jazzmeia Horn, a Orvieto la voce del Jazz

Inizia il festival musicale giunto alla 25esima edizione. Il programma di oggi

0
1001
Jazzmeia Horn

Umbria Jazz Winter ai nastri di partenza. S’inaugura oggi la venticinquesima edizione della manifestazione musicale che ha sede ad Orvieto.

Da oggi fino al 1 gennaio cinque giorni in una full immersion dal mattino a notte fonda dentro e fuori le meraviglie di Orvieto.
Complessivamente Umbria Jazz Winter #25 mette in scena 100 eventi con 25 band e circa 150 musicisti.

Tutto il programma

E dunque si inizia oggi con un cartellone ricco di novità e di appuntamenti esclusivi.

Giovedì 28 dicembre
ore 13 – Il Malandrino Bistrot
RICCARDO BISEO (pianoforte) – MASSIMO MORICONI (contrabbasso) – GEGE’ MUNARI (batteria) (repliche fino al 30, stessa ora)

ore 16 – palazzo del Popolo, sala Expo
UMBRIA JAZZ CLINICS 2017 AWARD GROUPS
E’ un ensemble composto dai migliori studenti selezionati lo scorso luglio, tra coloro che hanno frequentato i seminari estivi della Berklee Summer School at Umbria Jazz Clinics 2017. Questo concerto rappresenta per loro il premio più ambito. Il gruppo si esibirà gratuitamente il primo giorno del Festival.

ore 18 – Centro storico Orvieto
FUNK OFF
La street band toscana è diventata popolarissima con una formula originale e riconoscibile: superare il concetto di marching band della tradizione di New Orleans proponendo una musica trascinante, moderna e coinvolgente scritta e arrangiata da Dario Cecchini, leader e fondatore della band.   È così che i Funk Off sono diventati, da quando Umbria Jazz li ha presentati la prima volta, nel 2003, i beniamini del pubblico. Pensate a una musica in cui si affacciano echi di James Brown e Frank Zappa, fino al puro funk tipo Gorge Clinton.

ore 19 – palazzo dei Sette, Meeting Point

SUGARPIE & THE CANDYMEN
Sugarpie and the Candymen sono una divertente band che rivisita il buon vecchio swing in chiave moderna. La loro peculiarità è che applicano lo stile jive e gypsy ad un repertorio in apparenza improbabile: pop, rock e perfino disco.
Lara Ferrari, voce solista; Jacopo Delfini, chitarra gipsy e armonie vocali; Renato Podestà, chitarra, banjo e armonie vocali; Roberto Lupo, batteria; Claudio Ottaviano, contrabbasso.

Little Freddie King

ore 20.30 – ristorante al San Francesco
LITTLE FREDDIE KING BLUES BAND (replica il 29, 30 e 31 stessa ora).

Arriva da New Orleans la band del chitarrista Freddie King, membro fondatore del New Orleans Jazz & Heritage Festival, nonché della Louisiana Music All of Fame.

ore 20.30 – Il Malandrino bistrot

THE CONNECTION TRIO: PIERO ODORICI (sassofoni tenore e soprano) – DARYL HALL (basso elettrico e contrabbasso) – ROBERTO GATTO (batteria) (repliche fino al 30, stessa ora)
Il trio formatosi nel 2016 in occasione di un tour Europeo e di una registrazione del cd «The Connection»  ha partecipato a festival importanti come Umbria Jazz Spring 2017. Il repertorio è basato su brani inediti composti dai tre musicisti  e alcuni standard rivisitati esplorando aspetti acustici ed elettrici.

Spaghetti Swing

ore 20.30 – palazzo dei Sette, Meeting Point
SPAGHETTI SWING: A COOKING CONCERT

Una cenetta con spaghetti cotti on stage e serviti al pubblico + wine tasting, cheese etc. Un cooking concert con lo chef, attore e cantante Maurizio Hunter Siciliano e la band capitanata da Don Gigino Sidero.

ore 21 – teatro Mancinelli
JAZZMEIA HORN

Una novità assoluta per l’Italia. Jazzmeia Horn, forse la più dotata giovane vocalist jazz sulla piazza. Ventisei anni, nata a Dallas, la Horn mostra una sorprendente maturità, dotata di una voce duttile che non nasconde la passione e l’influenza dei grandi maestri del passato – Sarah Vaughan (il suo idolo dichiarato) e Betty Carter, messa al servizio di adattamenti dei classici anni ’70 – I’m Going Down dei Rose Royce (nei ’90 anche Mary J. Blige ne ricavò una hit di proporzioni gigantesche), e soprattutto una vivida rilettura di People Make the World Go Round, successo degli Stylistic uscito dalla penna di Thom Bell e Linda Creed.
In America la considerano il nuovo astro della vocalità jazz al femminile dopo che ha vinto, due anni fa, la prestigiosa Thelonious Monk Institute International Jazz Competition e ancora prima la Sarah Vaughan International Jazz Vocal Competition.

A seguire

GINO PAOLI & DANILO REA – ospite speciale: FLAVIO BOLTRO

ore 22.30 – palazzo dei Sette, Meeting Point
LUCA VELOTTI QUARTETTO

‘round midnight – palazzo dei Sette, Meeting Point
THE NEW ORLEANS MYSTICS