IL FRECCIAROSSA FERMA AD ORTE!

una bella notizia per gli abitanti a sud dell'Umbria

0
3416
Frecciarossa
Frecciarossa

Si tratta di quelle notizie che gli umbri e gli abitanti del Lazio attendevano, ovvero la fermata del Frecciarossa a Orte, una bella comodità soprattutto per i cittadini a sud dell’Umbria e quelli del Lazio al confine con la nostra regione. Lo ha annunciato ufficialmente il Sindaco di Orte, Angelo Giuliano, con una lettera alla Regione Umbria, a quella del Lazio e al nuovo Ministro dei Trasporti. Ora si attende il perfezionamento tecnico che auspichiamo avvenga nel piu’ breve tempo possibile.

La lettera del Sindaco di Orte

«L’idea condivisa da Trenitalia e Rfi – scrive il sindaco – prevedrebbe il prolungamento del Frecciarossa 9589 da Firenze a Orte con arrivo alle ore 00,07, sosta notturna e ripartenza alle 4,47 con arrivo a Milano alle 7,48 del Frecciarossa 9580. Quindi dopo tante battaglie intraprese, oggi con soddisfazione possiamo riscontrare che è stato fatto un primo grande passo in avanti realizzato da Trenitalia e Rfi, che pone solide basi per un effettivo raggiungimento dell’obiettivo che i territori interessati da tanto tempo aspettano. Già di per se questo tipo di soluzione sarebbe un risultato storico per le nostre provincie ed un indubbio vantaggio per gli utenti che devono prendere il Frecciarossa alle 5 da Roma per recarsi in direzione Milano. In futuro sono convinto che esistano motivazioni tecniche e opportunità di mercato per avere orari più agevoli sia di partenza che di arrivo dell’alta velocità alla stazione di Orte. Ora più che mai – conclude la lettera – il vostro impegno istituzionale si rende necessario per la fattiva messa in opera della soluzione aziendale. Con la consapevolezza che non vogliate disattendere le aspettative e le speranze di questa vasta area territoriale e dei loro residenti, ma confermare una piena disponibilità ad una fattiva collaborazione per il raggiungimento di questo traguardo nel più breve tempo possibile, resto in attesa di vostro riscontro». (fonte: umbria24.it)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social