E’ nata l’Ass. “Valle del Menotre – Sviluppo e Promozione-“

Una importante iniziativa socio-culturale per i paesi ove scorre il fiume Menotre, dalla sorgente fino alla foce

0
659
Cascate del Menotre Foligno
Cascate del Menotre Foligno

Riceviamo e pubblichiamo:

L’ Associazione “Valle del Menotre – Sviluppo e Promozione-“ è nata dalla volontà di alcuni cittadini di Belfiore, Vescia e Scanzano, per valorizzare, promuovere e tutelare un territorio di circa trenta km, da Sellano fino alla periferia di Foligno. Un territorio ricco di scorci, costruzioni storiche, di arte, di tradizioni e di natura, sotto certi aspetti incontaminata e pregiata. Obiettivo di tale Associazione è anche quello di salvaguardare la bellezza di questi luoghi ed anche la loro sicurezza, insieme a quella dei cittadini stessi.

Logo dell'Associazione
Logo dell’Associazione

Il Presidente dell’Associazione “Valle del Menotre – Sviluppo e Promozione-“, Ing. Mauro Bocci, auspica l’adesione e la partecipazione anche di altre entità attive su questo territorio, come pro-loco e associazioni impegnate nella difesa della natura ed anche la partecipazione attiva e costruttiva del Comune di Foligno. Il Comune di Sellano ha già aderito, con grande entusiasmo, attraverso il Sindaco Gubbiotti.

I fondatori dell’Associazione “Valle del Menotre – Sviluppo e Promozione-“

BELLATRECCIA NANDO

BOCCI MAURO

CATARINELLI ROBERTO

CORDIALI MAURIZIO

CORNACCHINI ERMINIO

CORRADETTI MORENO

DELLA VEDOVA JACOPO

FRANCESCONI DOMENICO

GAMMAIDONI KATIA

GAMMAIDONI GIORGIO

MINGARELLI PIERLUIGI

MINGARELLI STEFANO

MORICO LUCA

RAPONI ALBERTO

REINDI MASSIMO

STEFANECCHIA MASSIMO

Alcuni cenni sul fiume Menotre

Il fiume Menotre, (un tempo chiamato Guesia), nasce dalle sorgenti del fosso di Favuella, a circa 800 m s.l.m., nei pressi del paese di Orsano (frazione montana del comune di Sellano, a 30 km da Foligno) tra le pendici del Monte Serano (1429 metri) e del monte Mareggia, il corso del fiume attraversa gli abitati di Rasiglia, Casenove, Scopoli, Pale, Belfiore, Vescia e Scanzano, in ultimo sfocia nel fiume Topino alla fine del paese di Vescia.

Moreno Corradetti resp. Relazioni esterne