Bastia. Rione Sant’Angelo 

| Dopo 30 anni è tutto cambiato in meglio |

0
2622

di Roberto Formica

pubblicato il 28 settembre 2017 15:04:55

Rione Sant’Angelo a Bastia tra passato e presente.Dopo 30 anni è tutto cambiato in meglio.

Di acqua sotto il “ponte del Chiagio” ne è passata tanta da quando alla fine degli anni 80, ero nel gruppo del Rione S.Angelo, quando la Taverna stava nella piazzetta e la costruzione dei carri avveniva all’interno di un capannone industriale di Bastia. 

Di quei tempi ho dei ricordi ancora chiari: c’era Marco Gnavolini, sempre pres-ente, intraprend-ente e non a caso oggi è il Presidente dell’Ente Palio, c’era Guglielmo Tozzol detto il “tozzolo” che con saldava anche l’impossibile, un pensiero particolare al compianto Mauretto Marchi, che apportava simpatia e giovialità nel Rione, e alla bellissima Alessia Gnavolini, un angelo volato in cielo troppo presto, un altro esperto saldatore era “spaghetto” perché alto e magro, c’era anche Silvano Ciuffini che arrivava, prendeva in giro qualcuno e spariva, poi c’era Paolo Marini seguito come un’ombra dalla attuale moglie Manuela.

Non ricordo in quale anno, Teresa, la “tabaccaia”, quando era capitano del Rione .S.Angelo, fu al centro del gossip di Bastia, per un presunto flirt con l’attore Massimo Ghini, al tempo uno dei membri della Giuria delle sfilate, ho tentato più volte a far confessare Teresa ma non ci sono mai riuscito.

Bando alla nostalgia, dopo il girovagare per l’Umbria, sono tornato a vivere a Bastia e non ho resistito alla passione per il Rione S.Angelo, ho notato una grande e bella evoluzione nella taverna, con una ampia scelta di ottime pietanze, (cucinano persino le lasagne per ciliaci), oltre ad un servizio rapido ed impeccabile.

Ho notato un grande salto di qualità nella sfilata del Rione S.Angelo, per onestà intellettuale anche in tutte le altre, inutile fare un paragone con le sfilate degli anni 80, mentre l’entusiasmo e il calore dei rionali è rimasto sempre lo stesso.

Io sono di parte ma la rappresentazione del Rione S.Angelo mi è sembrata la più bella, sia per il messaggio ecologista che per le scenografie e la recitazione, non me ne vogliano gli altri Rioni, ma credo o almeno spero che sia questo il giudizio finale della Giuria.

Oltre a complimentarmi con tutte le persone che partecipano alle attività dei Gialli, concludo con un grande Forza S.Angelo!