Riapre la ferrovia Perugia-Città di Castello

Da giovedì 11 luglio il via ufficiale, dal giorno 8 luglio fino al 10 ci saranno le verifiche di pre-esercizio

0
427
ferrovia Perugia-Città di Castello
ferrovia Perugia-Città di Castello
Una bella notizia per i cittadini, per i pendolari e gli studenti di Perugia e dell’Alto Tevere, (giusto in tempo per il nuovo anno scolastico), è giunta  la comunicazione ufficiale di Rfi che dice testualmente: “Riattivata la linea ferroviaria Città di Castello – Perugia (54 km), dall’1 luglio gestita da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane)”.
Sicuramente un momento importante per i trasporti pubblici della nostra regione, (che si inserisce in un contesto di tagli consistenti alle linee pullman dell’Umbria), tagli certamente non ben digeriti da alcune Amministrazioni Comunali e dagli stessi cittadini interessati da tali sacrifici.

La nota ufficiale

“da lunedì 8 a mercoledì 10 luglio è prevista la fase di pre-esercizio per completare le verifiche tecniche e garantire la regolarità del servizio ferroviario”. Poi il via ufficiale: a partire da giovedì 11 luglio riprenderà la circolazione commerciale dei treni.
Il traffico ferroviario, continua Ferrovie, “è stato sospeso il 9 giugno per consentire i lavori di adeguamento tecnologico e potenziamento dell’infrastruttura ferroviaria. Sono stati circa 50 i tecnici a lavoro tra Rete Ferroviaria Italiana e le ditte appaltatrici, sei i mezzi tecnici utilizzati nei cantieri”.
E ancora: “Gli interventi di manutenzione straordinaria fatti rientrano nel piano di RFI di upgrading infrastrutturale e tecnologico per adeguare gli standard di sicurezza a quelli della rete nazionale e potenziare i servizi, a vantaggio dei pendolari e viaggiatori umbri. Il consolidamento dell’intero sistema potrà comportare minimi adeguamenti all’orario dei treni”.

Le parole dell’Assessore Regionale ai trasporti Giuseppe Chianella

“soddisfazione per l’annuncio da parte di RFI della riattivazione l’8 luglio della linea ferroviaria ex fcu Città di Castello-Perugia. Si è operato – ha detto Chianella – per garantire maggiore efficienza e sicurezza alla infrastruttura rispettando i tempi fissati”.