Montefalco la città del Vino e -Ringhiera dell’Umbria-

Famosa per il Rosso di Montefalco e per l'ottimo Sagrantino

0
588
Montefalco
Montefalco

Il nome Montefalco, la città lo deve a Federico II di Svevia, sembra infatti che l’imperatore avendone visti molti nella zona abbia deciso di attribuire questo nome alla località. Il nome è quanto mai appropriato anche se si pensa alla posizione dominante che Montefalco occupa, e dalla quale è possibile spaziare con lo sguardo su buona parte della regione, motivo questo che ha fatto guadagnare a Montefalco il soprannome di “ringhera dell’Umbria“.

Dal punto di vista architettonico Montefalco conserva praticamente intatta la cinta muraria originale del XIII secolo sulla quale si aprono tre porte di accesso alla città: Porta camiano, Porta S.Agostino e Porta di Federico II.

Sopra a lla Porta Camiano (a nord) è posizionato un balcone panoramico dal quale è possibile spaziare su tutta la Valle Umbra, da Trevi, Spello, Foligno, Assisi e anche Perugia, quest’ultima è visibile dipendentemente dalle condizioni atmosferiche.

Cosa vedere a Montefalco

Numerosi sono gli edifici interessanti da visitare a Montefalco: la chiesa di S.Francesco, costruita nel 1300 e decorata con affreschi di Benozzo Gozzoli, e una natività ad opera del Perugino. La chiesa insieme con il convento di S. Fortunato, ove è possibile vedere affreschi di Benozzo Gozzoli e di Tiberio d’Assisi; e ancora la chiesa di Sant’Agostino. Degna di nota è la piazza della città, situata nella posizione più alta, con antistante il Palazzo del Comune risalente al 1200.

Ricca di scorci interessanti la città si percorre tranquillamente a piedi, di tanto in tanto ci si può soffermare per ammirare qualche particolare di questa bellissima città, o fare una sosta per un bicchiere di buon vino rosso come il “Rosso di Montefalco” o il “Sagrantino“, specialità enologiche tipiche locali.

Se visitate Montefalco in Agosto non potete perdervi l'”Agosto montefalchese“, manifestazione caratterizzata da un incanzante calendario di eventi relativi ad arte e cultura, il tutto condito con succulente proposte enogastronomiche organizzate delle varie taverne della città.