Giorgio Manenti, il turista spaziale originario di Foligno: un imprenditore umbro tra le stelle

0
22
Giorgio Manenti Astronauta
Foto www.virgingalactic.com

 

Il turismo spaziale, una frontiera ancora giovane ma promettente, ha recentemente accolto un nuovo pioniere italiano: Giorgio Manenti. Imprenditore originario di Foligno e residente a Londra, Manenti ha realizzato un sogno straordinario, concedendosi una vacanza letteralmente fuori dal mondo.

Sin dagli anni Cinquanta, con i primi passi dell’esplorazione spaziale, l’idea di viaggiare nel cosmo ha affascinato l’umanità. Solo di recente questa visione ha iniziato a trasformarsi in realtà per i privati cittadini. Il turismo spaziale è un fenomeno emergente, con pochi ma significativi viaggi effettuati per puro piacere, finanziati dai viaggiatori stessi.

Come riportato dal Tg1 nell’edizione delle 20 di domenica 10 giugno, Giorgio Manenti è salito a bordo della navicella Unity della Virgin Galactic. Insieme a due piloti e tre altri passeggeri, ha orbitato intorno alla Terra, vivendo un’esperienza che solo pochi eletti possono vantare. Il costo del biglietto? Un prezzo da capogiro, fino a 450 mila dollari a persona. “Sono un imprenditore che ha lavorato tanto e che si è potuto permettere il sogno di una vita,” ha raccontato Manenti nel servizio di Enrico Bona.

Ma chi è Giorgio Manenti oltre ad essere un turista spaziale? Un uomo il cui lavoro e passione ruotano attorno al viaggio e all’ospitalità. Consulente per investimenti in hotel e resort a livello globale, Manenti predilige esperienze e viaggi rispetto ai beni materiali. La sua filosofia è semplice: “Dimentichiamo di guardare in alto nella nostra vita quotidiana. Guardiamo il telefono, il computer, la TV, a volte il nostro partner, ma probabilmente non abbastanza. Nulla può dare un senso di questo vasto universo come semplicemente alzare la testa e guardare verso il cielo.”

Il viaggio a bordo della navicella ‘Galactic 07’ gli ha permesso di fare l’opposto: guardare verso il basso, sulla Terra. “La sensazione di essere dall’altra parte è tremendamente eccitante,” racconta, “questa volta guardando in basso, ammirando la Terra nel suo splendido splendore.” L’esperienza di vedere il nostro pianeta dallo spazio è stata surreale e incredibilmente esaltante, un momento che ha dato nuovo significato alla sua esistenza.

Conosciuto tra gli amici come “Spider” (un soprannome di cui non conosce l’origine), Giorgio ha amato immergersi nell’intensa preparazione per il volo spaziale. L’addestramento e la sensazione di attraversare l’atmosfera sono state esperienze indimenticabili che hanno aggiunto scopo e significato alla sua vita. Se possibile, questa avventura ha solo aumentato il suo desiderio di esplorare il mondo, sia sulla superficie terrestre che nei cieli.

Giorgio si considera fortunato per avere incredibili amici, una sorella meravigliosa e una nipote adorabile. E come molti italiani, il suo primo amore è la mamma. Durante il viaggio, il suo scafandro portava con orgoglio le bandiere italiana e dell’Unione Europea, simboli delle sue radici e della sua identità.

L’avventura di Giorgio Manenti nello spazio non è solo una testimonianza del progresso tecnologico, ma anche una celebrazione del coraggio e della curiosità umana. Un piccolo passo per un imprenditore umbro, un grande balzo per il turismo spaziale.

Maggiori info qui

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social