E’ RIPARTITO IL TURISMO UMBRO!

Speriamo che continui a crescere e che non si fermi più

0
171
turismo umbria
turismo umbria

Il ponte del 2 giugno, ha segnato una data importante per un settore trainante della economia dell’Umbria, ovvero quello del turismo e delle attività ricettive.

Si è registrata una occupazione media di alberghi e agriturismi, pari al 50% circa, con un target tipo mordi e fuggi, proveniente per la maggior parte dalle regioni limitrofe, come Lazio, Toscana e Marche, con turisti provenienti da regioni più lontane e anche dall’estero.

Vuoi per la morfologia della nostra regione, che offre molti spazi in mezzo alla natura, per arte, storia e cultura, vuoi che ha sicuramente positivamente inciso anche la massiccia pubblicità televisiva delle Regione Umbria, che ha ha mostrato le bellezze umbre attraverso le principali reti televisive nazionali.

Auspichiamo che questa buona partenza  sia il prologo per una proficua stagione estiva, onde possa essere compensato il difficile e lungo periodo causato dalle restrizioni anti covid e da ristori economici sia tardivi che insufficienti.

“Stiamo registrando un buon movimento – evidenzia Marco Sciarra che a Orvieto gestisce il suggestivo Pozzo della Cava – Abbiamo notato con piacere la presenza di molte persone di fuori regione e anche dei primi stranieri, tedeschi, austriaci e svizzeri in particolare. Insomma, un buon segnale dopo un periodo decisamente molto complicato”.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social