Love Film Festival a Perugia la V edizione

L'amore nel Cinema in tutte le sue sfaccettature dal 2 al 6 Maggio

0
267
Love film festival

Love Film Festival, quinta edizione: lavori in opera per l’importante kermesse cinematografica a Perugia, dal 2 al 6 maggio.

Il direttore artistico Daniele Corvi è alle prese con l’avvio di una variegata rassegna volta allo sviluppo del tema dell’Amore in tutte le sue sfaccettature e al risveglio della città in crisi di identità.

“Love Film Festival”, la quinta edizione tutta perugina sarà una kermesse che si preannuncia particolarmente affascinante in cui tutto parlerà di cinema, utile a risvegliare una città in crisi d’identità; il direttore artistico Daniele Corvi sta avviando minuziosamente un programma alquanto nutrito per le giornate dal 2 al 6 Maggio.

Nasce come manifestazione di prestigio nel 2014 a Perugia, dall’Associazione culturale Perugia Love Film avendo come obiettivo il riuscire a raccontare l’amore per le arti attraverso l’opera cinematografica, coinvolgendo all’interno di questo progetto registi, attori e amanti del settore.

L’idea fulcro della manifestazione è improntata sul concetto di amore nelle sue varie sfaccettature e di creare un momento di condivisione culturale mettendo in auge la potenza e le risorse del cinema, mostrando inoltre la bellezza ed il fascino a dir poco mistico della nostra terra.

Il nome Love Film Festival non fa riferimento unicamente a film di sfondo romantico; un’esaltazione del tema “Amore” in maniera più elevata ed ampia, infatti si spazia dall’amore per l’arte, per la musica, per la danza, per lo sport, per una città ecc…a tante altre forme che troveranno il loro sviluppo in molteplici proiezioni, eventi culturali, presentazioni di film, cortometraggi, anche internazionali e libri.

Il motore della manifestazione trae la sua spinta nella solidarietà tanto che ogni anno si promuove una causa di beneficienza per far sì che il cinema e le arti si nobilitino ampliamente rafforzando così il messaggio positivo della manifestazione.

La formidabile locandina di Daniele Procacci presenta i simboli di Piazza Grande, della donna, del cuore, della tecnologia; le cinque giornate avvieranno tematiche di una meritevole considerazione quali il tema della tecnologia, la sostenibilità del territorio fino ad arrivare allo sport, cultura e spettacolo fino al tema del femminicidio in collaborazione con Taormina e l’Associazione Mede.

Tanti saranno i convegni, dibattiti e workshop, film, argomenti di attualità che rivolgeranno inoltre attenzione alle problematiche giovanili comprendenti anche l’aspetto affettivo quindi tematiche anche di estrema delicatezza affrontate con profondo rispetto.

Corvi, il direttore artistico, specialista in materia giuridica pertinente al mondo dello spettacolo, promuove persino una nuova legge attinente al settore dei lavoratori dello spettacolo; per lapolitica sono presenti Massimo Perari, Giacomo Leonelli, Adriana Galgano ex parlamentare ed infine Eleonora Giunta che seguirà il momento social e multimediale.

“Il Festival sarà utile a risvegliare una città in crisi d’identità”, a distendere gli animi proiettati verso i successivi appuntamenti elettorali, fonte di potenziali scontri ,favorendo uno scenario dalla condivisione gioiosa di momenti di spettacolo e divertimento con alla base un potente fermento di riflessioni.