Infermiera Gloria, esempio di coraggio e professionalita

Il Commissario dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, Antonio Onnis, ha voluto incontrare personalmente l’infermiera che sabato scorso ha salvato la ragazzina 12enne in arresto cardiaco

0
98

La cronaca giornaliera e’ purtroppo colma di notizie negative e spiacevoli, ma quando una vita umana viene strappata alla morte da una persona capace nel suo lavoro quotidiano e coraggiosa e’ doveroso dare spazio e un plauso ad una donna eccellente e meritevole.

Ecco lo svolgimento dei fatti.
Non ci ha pensato un secondo Gloria Serlupini, (operatrice perugina del 118, fuori servizio e in vacanza a Marotta), ad agire prontamente in una situazione di drammatica emergenza. Non ci ha pensato due volte a farsi largo tra la folla e a mettere in salvo una ragazzina di 12 anni dopo un malore in mare. Un gesto eroico che ha permesso alla giovanissima di salvarsi dall’anneggamento.

La giovane, originaria di Parma, dopo l’intervento salva – vita dell’infermiera perugina, è stata ricoverata all’ospedale di Ancona e le sue condizioni stanno migliorando. Dopo un periodo di breve osservazione potrà tornare a casa.

Le Parole di Gloria Serlupini

“Sono riuscita a farmi largo tra i bagnanti che erano accorsi assieme alla mamma della ragazza, qualificandomi, e iniziando subito le manovre di ripresa dell’ attività cardiocircolatoria”. Poco dopo – prosegue – ho verificato che il cuore aveva ripreso la sua attività”.

In una nota dell’ospedale di Perugia, il commissario Onnis ha manifestato apprezzamento per l’azione svolta dall’operatrice in una situazione complessivamente critica. “Avevo già ringraziato telefonicamente la signora Serlupini per il suo gesto, ma ho voluto ribadire di persona l’importanza del suo operare che ci ha inorgoglito e commosso per aver messo in salvo una giovane vita”. Onnis ha colto anche l’occasione per esprimere un saluto a tutti gli operatori sanitari dell’ospedale in servizio nel periodo di ferragosto.