Vernia al Lyrick l’11 gennaio

“Vernia o non Vernia: questo è il problema”

0
370
Vernia al Lyrick l'11 gennaio
Vernia al Lyrick l'11 gennaio

Arriva al teatro Lyrick di Assisi il nuovo spettacolo di Giovanni Vernia che lo vedrà protagonista il prossimo 11 gennaio alle ore 21,15.
Uno showman totale che balla, canta e recita con abile maestria, con una naturalezza che saprà creare un clima di vicinanza e di armonia col pubblico stesso.
“Lasciatemi divertire”, un modo di poter sorridere del mondo senza ferire nessuno.

Giovanni Vernia

Giovanni Vernia nasce a Genova il 23 Agosto 1973; nel suo percorso nel tempo acquisisce una pluriennale esperienza in Comunicazione e Marketing ma la sua passione predominante è il “far ridere”in quanto ha davvero un’innata verve comica che lo ha portato a raggiungere grandi traguardi tramite questa sua espressione artistica.
Tendenzialmente è portato in scena a ricreare un’attenta e colorata osservazione della realtà e grazie alla sua caratteristica presenza scenica come punto di forza e le sue doti attoriali ha realizzato pezzi di un importante tessuto e spessore.

“Vernia o non Vernia: questo è il problema”

E’ il titolo del suo prossimo spettacolo che lo vedrà come intraprendente protagonista sul palco del teatro Lyrick di Assisi, il prossimo 11 Gennaio alle ore 21,15, un’occasione a cui prendere parte per vedere il suo essere eclettico e brillante.
Sarà un momento di suspance, ricco di sorprese che permetteranno al pubblico di stupirsi al cospetto di uno showman totale che dimostrerà slancio rispetto al ballo, al canto ed alla recitazione, gestendo sotto tanti aspetti il palcoscenico e visto anche il clima armonico è come se gli spettatori con entusiasmo andranno dietro alle storie di un amico dal talento speciale.
“Zelig”, il noto programma che ha coinvolto nella sua visione molte persone per Giovanni è stato un punto di spicco per il suo successo e per la sua notorietà, ma simboleggia il passato; il presente ha visto in lui crescere una notevole maturità artistica dove vi è una fusione perfetta tra naturalezza, leggerezza e un preciso lavoro sui testi che hanno un loro corpo, libero da tormentoni, mode o volgarità, anzi uno scheletro di eleganza col sorriso.
La leggerezza può essere intelligente e può addirittura saper ricreare prendendo spunto da questa sua ultima creazione, un viaggio attraverso i luoghi comuni di questi tempi odierni nella loro complessità ma al contempo anche nel loro fascino, nella contraddittorietà, nelle mode e negli stili; Giovanni Vernia appropriandosi dell’ironia ma con ingegno, con molta gentilezza e determinazione cerca di illuminarci su una possibile strada che possa allontanarci da tutti questi condizionamenti.

Lasciatemi divertire

“Lasciatemi divertire”, parlando e sorridendo al mondo senza ferire nessuno, un modo garbato di raccontare la verità con garbo ma con una modalità più soft ma non per questo banale, senza far indignare né polemizzare con nessuno. Una sua caratteristica è quella di non tendere a banalizzare ciò che ci sembra noto, acquisito, evitando di rendere gli eventi scontati, rivitalizzando e re- illuminando il loro valore con un taglio surreale ma sempre impiantato su una strada di verità e concretezza.
Il teatro che mette in scena permette anche agli oggetti più semplici, banali di aver una voce in capitolo, personificando le idee e con un imponente esercizio virtuosistico assisteremo a balli spiazzanti, al contorcersi, strisciare e correre…il pubblico di sicuro sarà sempre più che vigile ed incuriosito rispetto al seguito.
Importante e meritevole la presenza del maestro Marco Sabiu a livello musicale che sarà molto abile nel sottolineare i colpi di scena di uno spettacolo così tanto imprevedibile e Paolo Uzzi che ha contribuito nell’opera di scrittura.
Info e prenotazioni: www.teatrolyrick.com