UMBRIA: TERRA DI FIORI E DI COLORI

La classifica dei vincitori dell'Infiorata di Spello (edizione 2022)

0
60

L’Umbria non ha di certo il mare ma è terra di bellezze naturali ed artistiche anche create dall’uomo.

I fiori in Umbria in questo periodo, sono predominanti, a partire dalla stupenda fioritura di Castelluccio di Norcia fino alle infiorate per il Corpus Domini che si svolgono a Cannara, Orvieto, Spello e in altri paesi della nostra regione.

Quindi “i fratelli fiori” in estate sembrano proprio radunarsi tra loro per generare una festa di colori e profumi che caratterizzano i territori umbri.

In particolare le Infiorate di Spello in questa edizione hanno dato il meglio di loro con disegni ed opere straordinarie che hanno attratto migliaia di turisti e ammiratori di questo meraviglioso spettacolo.

 

 

 

 

 

Arco Romano” è il vincitore assoluto del 59esimo concorso delle Infiorate di Spello (infiorata n. 2). Il gruppo del maestro infioratore Alessandro Fuso, nell’albo d’oro delle infiorate anche nelle edizioni 2018 e 2015, quest’anno si aggiudica l’ambito trofeo Properzio.

Dopo “Arco Romano” salgono sul podio della categoria quadri 2022, rispettivamente il gruppo “Borgo” capitanato dal maestro infioratore Ilaria Fastellini (infiorata n. 7) e il gruppo “San Felice” (infiorata n. 4) sotto la guida del maestro infioratore Sandro Brunacci.

Il primo posto della categoria tappeti figurativi va al gruppo “Le giovani di ieri” (infiorata n.70), seguito da “Liceo Artistico G. Marconi” (n. 75) e da “Via Cappuccini” (n. 72).

Primo classificato nella categoria dei tappeti geometrici è il gruppo “Vallegloria” (infiorata n. 55), secondo posto per “Piazzetta SS. Trinità” (n. 51) e terzo posto per “Ciciano” (n. 56).

I premi riconosciuti nella categoria Under 14 sono cinque: il gruppo “Fonte di Borgo junior” si aggiudica il primo posto (infiorata n. 107), seguito da “Figli dei fiori junior” (n. 108), “I piccoli della Mater” (n. 104), “Aisa Junior” (n. 110) e infine “Arco Romano Junior” (n.102).

La giuria tecnica che ha valutato i quadri era composta da esperti in discipline artistiche, storiche e teologiche non appartenenti a nessun titolo all’Associazione, mentre la giuria che ha valutato le opere degli under 14 e i tappeti figurativi e geometrici era composta da ex infioratori. La giuria popolare composta dagli stessi infioratori ha assegnato il premio speciale Daniele Ciampetti al gruppo “Aisa

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social