Umbria Libri e la cura delle idee

Perugia dal 5 al 7 Ottobre 2018, 3 giorni di immersione totale nella lettura

0
517

Umbria libri: una rassegna editoriale che mira a promuovere la cultura e la lettura in Umbria e valorizzare l’editoria regionale, dove la chiave di svolta consiste nell’aver “cura delle idee”.

Umbria libri è una rassegna editoriale organizzata dalla Regione Umbria , la cui peculiarità è di mantenere un intenso legame tra la produzione nazionale e regionale, dove la cura, compresenza e narrazione sono i tre punti cardine al fine di mantenere vive le idee, di dar loro il più possibile concretezza in un momento storico dove queste ultime sono purtroppo nella maggior parte dei casi stagnanti.

Sarà in programma dal 5 al 7 Ottobre a Perugia, con la presenza di tanti personaggi celebri del mondo dello spettacolo, svariati editori e scrittori che daranno vita ad interessanti manifestazioni ed in concomitanza vi sarà la premiazione della prima edizione del premio letterario nazionale Opera Prima “Severino Cesari”che onora il noto intellettuale umbro degli ultimi decenni.

L’annuncio in riferimento al Salone Internazionale del Libro di Torino 2018; da ricordare che la Regione Umbria  vi ha partecipato dal 10 al 14 maggio con un fitto programma di iniziative che hanno ricordato nomi di fama tra cui il Cesari, Aldo Capitini nella celebrazione per i 50 anni dalla sua morte all’interno di un materiale davvero corposo.

Partendo da Venerdì 5 Ottobre tantissimi eventi che toccano posti meravigliosi quali San Pietro- Aula Magna, il Chiostro del Pozzo, l’Orto medievale, l’affascinante Corridoio del Trecento, la Galleria Tesori d’Arte ecc…

Cito alcuni di questi momenti che saranno davvero un vulcano di sperimentazione e di idee; alle 17,30 nell’Aula 1 –San Pietro la Presentazione del libro “Depressione. Quando non è solo tristezza”di Cecilia Di Agostino, Marzia Fabi, Maria Sneider , “Tienilo acceso. Posta,commenta,condividi senza spegnere il cervello”di Vera Gheno e Bruno Mastroianni, “Il romanzo a fumetti più bello del mondo”di Giacomo Nazzi, il maestoso progetto “Fotobiografia: il diario tra scrittura e immagini”a cura di Roberta Veltrini….

Sabato 6 Ottobre si terrà un incontro con le scuole in onore di Emma Perodi, “Una scrittrice gothic horror ottocentesca, nel centenario della morte”; interessante ed originale la Presentazione quaderno a stampa della nona edizione del concorso di scrittura “Marco Rufini”e la conferenza “Darsi pensiero, aver cura delle parole,preoccuparsi di come parliamo, comunichiamo, educhiamo”col maestro e scrittore Franco Lorenzoni e Massimo De Nardo.

Per gli amanti del mondo della fotografia dalle 12,00 alle 13,00 consiglio di ammirare il book fotografico: storie di ispirazione, visione e interpretazione a cura di Lorenzo Dogana, un intrigante viaggio introspettivo.

Gli eventi davvero innumerevoli, dai temi così diversi e spiazzanti li potrete trovare ben specificati nel programma nuovo dell’evento 2018, vi consiglio vivamente di prenderne visione per aver una prospettiva chiara della manifestazione che genera davvero delle idee grandiose e geniali.

Per gli appassionati del periodo medievale che ha un fascino che lascia tracce seguirà la Presentazione della collana “Itinerari medievali in Umbria”il cui coordinatore è Francesco Tozzuolo; la lezione di Tullio Seppili dalla profondità sconfinata “Un’antropologia per capire, ma anche per agire, per impegnarsi”, i libri “Vent’anni di lotta alle mafie e alla corruzione in Italia, l’esperienza di Avviso Pubblico”con l’intervento di Giulia Migneco e Pierpaolo Romani…

Si susseguiranno dei concorsi di scrittura con particolar attenzione alla poesia, alla canzone d’autore e alla graphic novel, tecniche di narrazione che si vanno ad affiancare alla scrittura di racconti brevi.

Umbria libri ci fornisce la possibilità di partecipare a lezioni, confronti, conferenze, presentazioni di libri e progetti, dove saranno presenti personaggi di prestigio del mondo accademico e giornalistico, scrittori e critici, intellettuali di carattere nazionale ed internazionale.

Un’opportunità di crescita, di evoluzione personale dove la parola d’ordine per mantenere alto l’intelletto e rivitalizzarlo è “la cura delle idee”sempre, ad ogni età e in ogni dove.