UMBRIA: 7 MILIONI PER AGRITURISMI E FATTORIE

In arrivo un bando per aiutare le imprese danneggiate dal Covid: lo ha annunciato l'assessore regionale all'agricoltura Morroni alla riunione del tavolo verde

0
189
Agriturismo in Umbria
Agriturismo in Umbria

Potranno usufruire del bando quelle imprese agricole che operano nel settore degli agriturismi e delle fattorie didattiche, una boccata di ossigeno per dei comparti fortemente colpiti dalle conseguenze del lock down per il Covid-19.

L’Umbria vede una importante presenza sul proprio territorio di attività ricettive e attrattive legate al mondo dell’agricoltura, è pertanto importante dal loro dei sostegni economici in un momento di difficoltà così elevato, che purtroppo si verranno ad acuire nei mesi di ottobre e novembre, periodi in cui le attività turistiche e ricettive, vedranno il fisiologico calo di avventori nella nostra regione.

La nota dell’Assessore all’agricoltura Roberto Morroni

“Anche le aziende agricole umbre che svolgono attività di agriturismo, fattorie didattiche e sociali o di vendita diretta delle proprie produzioni potranno beneficiare di indennizzi per i mancati introiti dovuti alla chiusura imposta dall’emergenza sanitaria da Covid-19: è in fase di predisposizione il bando con cui la Regione Umbria destina a questo scopo 7 milioni di euro delle risorse del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, completando così un pacchetto significativo di interventi a sostegno delle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere per il superamento di questa difficile fase”.

“Un momento di confronto importante – sottolinea l’assessore – su un provvedimento che interessa un settore vitale quale quello degli agriturismi e che non era stato considerato nelle misure nazionali anticrisi. Ad aprire questa opportunità è una modifica del Regolamento della Commissione europea che consente all’Umbria e alle altre Regioni italiane di utilizzare risorse del Psr disponibili, dando priorità alla celerità dell’intervento”.

“La Giunta regionale – spiega – ha previsto un plafond complessivo di 7 milioni di euro, per una platea stimata in circa 1400 imprese, con tempi rapidi e modalità semplificata per tutto l’iter del bando, in modo da elargire gli indennizzi entro giugno 2021. Criterio principale per essere ammessi all’aiuto è quello che le aziende siano attive al 31 gennaio 2020 e al momento della presentazione della domanda”.

“Con questo atto – conclude l’assessore Morroni – la Regione Umbria completa in maniera organica e significativa l’azione di supporto messa in campo per il settore strategico dell’offerta ricettiva”.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social