TUTTI IN SCENA…ED E’ SUBITO SPETTACOLO

STA PER INIZIARE IL NUOVO ANNO DI CORSO DEL LABORATORIO TEATRALE DI "SCARPACCIA TEATRO"

0
221

Siamo giunti al terzo anno consecutivo di attività in Umbria per il laboratorio Scarpaccia Teatro e per il suo fondatore Fausto Marchini.

Attore, regista e formatore, dopo aver frequentato la scuola di teatro del C.U.T. di Perugia e seguito il laboratorio biennale del Teatro Stabile dell’Umbria, condotto da Luca Ronconi, Fausto Marchini ha perfezionato la propria formazione alla scuola d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano.

 

Fausto Marchini

Professionista dal 1986, il suo intento è quello di mettere a disposizione tutta l’esperienza accumulata durante la sua carriera nei vari ambiti di competenza dell’associazione culturale Scarpaccia Teatro.

Fiore all’occhiello di questa sua realtà è appunto il laboratorio teatrale.

In questi 2 anni di lavoro, ha frequentato i suoi corsi circa una trentina di persone e l’obiettivo è quello di creare un gruppo stabile che porti avanti un progetto teatrale legato al lavoro basato sul metodo Lecoq, il famoso attore teatrale nonché mimo e pedagogo francese morto nel 1999.

L’idea è quella di incrementare annualmente il gruppo storico con l’arrivo di nuovi partecipanti.

88 ispirato a Novecento di Alessandro Baricco

 

Le stagioni passate si sono concluse con due saggi presentati al Teatro di Figura Umbro di via del Castellano con lavori ispirati a Novecento di Alessandro Baricco e a Tre sorelle di Anton Cechov, rappresentazioni che hanno riscosso molto interesse e consensi da parte del pubblico.

 

La felicità altrove ovvero Tre sorelle di Anthon Cechov

 

 

 

 

“L’aspetto a cui tengo in modo particolare”, spiega Fausto Marchini durante la nostra intervista, “è il percorso di ogni singolo attore. Il lavoro sul corpo, il rapporto con se stessi e con gli altri, l’uso della voce, l’improvvisazione, la dizione, l’interpretazione e la creazione drammaturgica sono i cardini su cui si fonda il nostro percorso formativo” e aggiunge: ” occorre togliere, a mio avviso, quella patina che si è creata sull’immagine che le persone hanno del teatro: un posto per pochi in cui non ci si sente a proprio agio se non si è abbastanza colti o intelligenti. Ognuno di noi ha dentro delle potenzialità e dei sentimenti che, qualora fossero veicolati nel giusto modo, porterebbero a rendere sicuramente più leggera la nostra anima, renderci più comunicativi, vivere vite diverse rispetto alla nostra quotidianità e a non farci mai annoiare”.

 

Terrence Mann scrive:” il cinema vi renderà famosi, la televisione ricchi, ma il teatro vi farà bene”.

A questo punto, non resta che correre tutti  in scena e sarà subito spettacolo.

 

Per info: tel.  348 6014071

https://www.scarpacciateatro.it/

info@scarpacciateatro.it