Si è spento Carlo Vanzina inventore del -Cinepanettone-

I suoi film ci hanno fatto tanto ridere in particolare durante il periodo natalizio con pellicole realizzate ad hoc.

0
257
Carlo Vanzina -Cinepanettone-
Carlo Vanzina -Cinepanettone-

La notizia della morte di Carlo Vanzina è stata diffusa dalla moglie Lisa e dal fratello Enrico. Il noto regista ci ha lasciato a 67 anni dopo una lunga e penosa malattia. Carlo Vanzina, (insieme al fratello Enrico) ha realizzato circa 60 film di -insana- allegria, commedie popolari e spensierate con al centro lo stile di vita dell’italiano medio, realizzate con stile semplice, immediato, condito spesso con qualche bella parolaccia.

Carlo Vanzina il padre della commedia all’italiana

Carlo Vanzina, romano purosangue,  era figlio d’arte ed è praticamente cresciuto a -pane e pellicola-. La sua casa era un -porto di artisti-, frequentata da sceneggiatori, registi  e attori come Totò, Ugo Tognazzi, Mario Monicelli, Ennio Flaiano, Mario Camerini e Dino Risi.

Carla Vanzina nel 1976 dirige il suo primo film, ‘Luna di miele in tre’, sceneggiato  dal fratello Enrico e con protagonista Renato Pozzetto. Una carriera durata 40 anni, contrassegnata dalla scoperta di Diego Abatantuono nel ruolo di Ultras violento più a parole che a fatti. Nel 1983 dirige insieme al fratello il primo cinepanettone, -Vacanze di Natale-, il primo di una fortunata serie con protagonisti Massimo Boldi e Cristian De Sica.

Un rapporto conflittuale con la critica cinematografica

I critici cinematografici non hanno mai apprezzato i suoi film a causa della loro prevedibilità e semplicità narrativa che spesso esondavano anche in momenti di volgarità.

In fondo il miglior critico è sempre e soltanto il pubblico che ne ha decretato il successo con sale di proiezione stracolme e con repliche che ancora oggi rivediamo con piacere e con allegra nostalgia.

I funerali di Carlo Vanzina

I funerali del famoso regista saranno celebrati martedì 10 luglio alle 11 a Roma, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, in piazza della Repubblica. A quanto si apprende, non sarà allestita la camera ardente.