Paul Verhoeven, Il regista di Basic Instinct a Perugia

Paul Verhoeven a Perugia: da Basic Instinct a Blessed Virgin

0
1300
Basic Instinct
La scena clou di Basic Instinct

 

Paul Verhoeven, il famoso  regista del thriller erotico Basic Instinct,  interpretato da Michael Douglas e Sharon Stone nei ruoli del  detective Nick Curran e la scrittrice  Catherine Tramell, ha scelto Perugia come set del suo prossimo film, Blessed Virgin.

L’indimenticabile capolavoro di Paul Verhoeven del 1992  suscitò scandalo per l’alto tasso erotico, e le scene di violenza e sesso.

La storia controversa tra il « giustiziere» Nick  e la scrittrice e psicologa bisessuale sospettata di  omicidio è rimasta nella memoria collettiva.

Scena diventata cult, nel film Basic Instinct è l’accavallamento di gambe di  Sharon Stone, che provoca i poliziotti durante l’interrogatorio mostrando di non indossare biancheria intima.

E sicuramente, la peculiarità dell’omicidio commesso utilizzando un punteruolo del ghiaccio.

 

Blessed Virgin, due lesbiche in un convento

 

Il  prossimo film del regista,  Blessed Virgin, è  la storia di due donne lesbiche in un convento, tema sicuramente scabroso, il  maestro della settima arte Paul Verhoeven  ama stupire il suo pubblico.

Il contestatissimo Basic Instint ne è la dimostrazione, il film oltre a scandalizzare tutto il mondo, fu un successo clamoroso e consacrò il regista e la coppia formata da Sharon Stone e Michael Douglas  nell’ olimpo di Hollywood.

Basic Instinct, insieme a  Ultimo tango a Parigi e 9 settimane e mezzo vanta il primato di una tra le pellicole più scabrose della storia del Cinema.

Paul Verhoeven, sceglie Perugia perché, dirà in un intervista:

 

«Mi è bastata una passeggiata lungo Corso Vannucci: ho adorato subito la piazza, con i palazzi del Comune e della Cattedrale che si guardano, la Fontana al centro. La esalterò in tutta la sua bellezza nel mio nuovo film».

E così, set delle riprese di Blessed Virgin sarà Perugia.

Gli atti impuri di Paul Verhoeven

Il film nasce dal libro di Judith C. Brown, Atti impuri:

« non un romanzo ma un saggio storico, basato su un documento del 17° secolo ritrovato integro e ricco di dettagli sull amore tra due donne in un archivio di Firenze».

Sicuramente, la storia di due donne lesbiche in un convento, nell’ Italia del Seicento che il maestro della settima arte sceglie di portare al cinema, farà scandalo, anche se al regista, considerato provocatorio e trasgressivo, poco importa:

«Non mi piace dare messaggi né giudizi morali. Racconto in libertà quello che mi affascina».

E così, la nostra bella Umbria sarà lo scenario di Blessed Virgin, e siamo certi che Paul Verhoeven  darà risalto al nostro territorio a livello internazionale e ci regalerà con la sua pellicola  un altro straordinario capolavoro.