QUANDO L’AMICIZIA VIVE ANCORA

Un bel gesto delle amiche di Lucia Menghini

0
44

Tre amiche erano in vacanza in Giordania ma un destino avverso  e feroce fece morire Lucia Menghini  in un incidente mentre le altre due compagne di viaggio rimasero ferite.

Dopo quel tragico evento le due amiche hanno voluto ricordare la sfortunata specializzanda con uno speciale dono nell’ambito della sua professione medica che era anche la sua passione e dedizione.

Marta e Cristina, specializzande vittime di un incidente stradale in Giordania lo scorso aprile, sono tornate insieme alle loro famiglie a far visita all’ospedale ‘San Giovanni Battista’ di Foligno per donare un apparecchio di stimolazione elettrica transcranica (Tdcs) al reparto di Neuroriabilitazione in cui hanno recuperato da molte delle sequele del trauma. All’incontro hanno partecipato anche i genitori di Lucia Menghini, loro collega e amica folignate, deceduta nello stesso drammatico incidente. Mauro Zampolini, direttore dell’oospedale, ha illustrato le caratteristiche di questo apparecchio il cui principio consiste nel trasmettere, tramite degli elettrodi posti sulla testa dei pazienti, una corrente continua a bassa intensità capace di andare a modulare l’eccitabilità della corteccia cerebrale sottostante in modo da poter facilitare l’efficacia della seduta riabilitativa. La Tdcs è giù utilizzata da anni in molti centri sia per problematiche neurologiche, specialmente collegate ad ictus, quali emiparesi, disfagia o neglect, ma anche nel disturbo di coscienza.

 

Con molta commozione, Cristina ha espresso la gioia di tornare in questa struttura di eccellenza e di poter donare questa apparecchiatura, ottenuta grazie alla raccolta fondi effettuata tramite Unicredit, per ricordare l’amica Lucia. «Quando arrivi in questi posti – ha aggiunto sua madre Mirella – non sei capace di capire all’inizio cosa sta succedendo e cosa succederà per cui, quando senti parlare di struttura di eccellenza, lo capisci entrando nelle dinamiche quotidiane, nel vedere la dedizione del personale, lo capisci quando vedi la cura di certe situazioni e dai risultati. La partecipazione di Sergio e Paola (i genitori di Lucia Menghini ndr) è importante perché Lucia è sempre stata nei nostri pensieri e sarebbe stata sicuramente contenta di appoggiare questa iniziativa».

Fonte:Umbria24.it

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social