POESIA DI M.VERA SPERANZINI PER ADIO FORMICA

Il gentile pensiero di una paesana di Scanzano per un paesano che ci ha lasciato

0
660
Ponte di Scanzano-Foligno
Ponte di Scanzano-Foligno

La poetessa di Foligno, Professoressa Maria vera Speranzini, per circa 18 anni è stata mia vicina di casa, abitavavmo  a poche decine di metri l’uno dall’altro, mi ha dato anche ripetizioni di inglese quando frequentavo il liceo scientifico, conosceva bene la mostra famiglia e quindi anche mio pdre Adio Formica.

Maria vera, quando ha saputo della sua scomparsa, ha omaggiato Adio con una bella poesia a lui dedicata, non nascondo che nel leggerla mi sono commosso.

Grazie di cuore, cara Maria Vera Speranzini.

 

Dedicata ad Adio Formica

Mi chiamo Adio
A…Dio
Forse ha altra origine, non so
ma mi piace e così ve lo do.
Sono stato un gran lavoratore
ho una passione per ogni motore
posso sembrare un poco scostante
ma è un mio modo di star tra la gente
sono stato un visionario
uno che ha visto lontano
per questo ho lasciato Scanzano.
Lo ho fatto per la famiglia mia
così sono andato a Bastia
sono stato un artista innovativo
un poco sempre a modo mio
ma se qualcuno mi guardava profondamente trovava l’uomo, la mente e poteva anche toccare il mio cuore velato anche dal buonumore.
Con occhi vivaci, intelligenti
non sopportavo né amici né parenti
se avevano intenzione di essere al mondo senza voler migliorare questo mondo!
Sono stato un padre
lo ho fatto come sapevo fare
come ai mie tempi mi avevano insegnato a fare!
Oggi vi voglio salutare con il mio naso all’insù che vi guardo da quassù e vi dico con orgoglio immutato “Io un po’ questo mondo lo ho migliorato!
Ora fate qualcosa anche voialtri
almeno volervi bene gli uni con gli altri!”

P.s.: Un caro saluto a voi tutti da Odetta e anche da Lauretta A Roberto e Antonello dico “Siete ciò che ho fatto di meglio!