Perugia 1416 un giorno di festa in più

Rispetto ai soli due giorni di festa degli anni precedenti, la edizione 2018 inizierà ufficialmente il 7 di giugno e sarà festa anche venerdì 8 giugno.

0
300
Perugia 1416
Perugia 1416

La terza edizione di Perugia 1416, oltre ai festeggiamenti anticipati di un giorno, (con un prologo anche giovedì 7 giugno),  durerà fino a domenica 10 giugno, avrà una ulteriore novità, quella di dedicare la edizione 2018 ai bambini, per  loro saranno riservati dei  laboratori e dei giochi risalenti al  periodo di passaggio tra il Medioevo e il Rinascimento,  le dimostrazioni sono curate della compagnia del Grifoncello alla Rocca Paolina, con  giostre e spettacoli a cura del Tfu.

Un programma ricco di eventi artistici e culturali

E’ confermato invece il coordinatore artistico della scorsa edizione, Rodolfo Mantovani. Durante i tre giorni di Perugia 1416 sono previste una serie di iniziative legate al periodo del 1400, come il mercato dei prodotti artistici ed artigianali degli antichi mestieri, inoltre artisti di strada e gli sbandieratori di Gubbio, Assisi e Montefalco.

Ed Ancora, rappresentazioni teatrali, mostre, conferenze, concerti e spettacoli itineranti, mentre il clou della manifestazione è rappresentato dal corteo storico e dalle sfide per l’assegnazione del Palio con -il lancio del giavellotto- e -il gioco della torre-.

I commenti dell’Assessore Severini e del Sindaco Romizi

«Anche quest’anno – ha spiegato l’Assessore Severini – si tratta di una grande operazione di promozione culturale e turistica di questa città».

Soddisfatto anche  il Sindaco Andrea Romizi

Andrea Romizi
Andrea Romizi

che ha sottolineato:  «una dimensione che spesso non emerge all’attenzione generale, ossia quella dei preparativi. Da giorni nei rioni i perugini stanno lavorando per presentarsi al meglio alla festa dando vita a un momento straordinario di socializzazione. Altro aspetto da rimarcare è che la programmazione legata a Perugia 1416 dura per tutto il corso dell’anno, coinvolgendo ogni borgo della città e non solo il centro».