Parco del Monte Cucco

Escursionismo, Volo Libero, Speleologia Per gli amanti del contatto con la Natura

0
350
monte cucco

Il Parco di Monte Cucco ha una Superficie: 10.489 ettari.

E’ un territorio protetto posto sul margine nord orientale della regione, a est della via Flaminia. Prende il nome dal Monte Cucco (1.566 metri), una delle cime più belle dell’Appennino Umbro, dalla quale si può ammirare un vasto panorama sul Monte Catria, sul Monte Nerone e sulla Valle del Chiascio.

L’ambiente naturale è caratterizzato alle quote Monte Cuccopiù elevate dalla presenza di faggete con enormi esemplari secolari nella Val di Ranco e Pian delle Macinare e di pascoli, che appaiono improvvisamente, assieme alle rocce calcaree, famose per la presenza di fossili dì ammoniti.

Attorno alla piramide calcarea del monte si aprono anche le forre delle Gorghe e di Rio Freddo, profondi e stretti fossati prodotti dall’erosione delle acque che formano cascate, rapide e piccoli laghi.

L’azione sotterranea delle acque ha determinato anche la presenza di grotte tra le più belle e profonde del mondo, che dall’ingresso sul versante nord orientale del monte si sviluppano in un labirinto per circa 20 chilometri scendendo fino a quasi 1.000 metri di profondità.

Il parco è il regno del lupo che qui ha una presenza significativa, mentre è probabile anche se non accertata quella del gatto selvatico.

Tra le emergenze faunistiche sono da segnalare anche il cinghiale, il daino, l’istrice, la martora e la lepre. Tra gli uccelli, è facile vedere il gracchio corallino e in più di un’occasione è stata segnalata la presenza dell’aquila reale. Più rari, invece complice la caccia sono la starna e la coturnice.

La zona montana del parco è attraversata dal Sentiero Italia, da una rete di percorsi del CAI (Club Alpino Italiano), adatti anche alle passeggiate a cavallo e alla mountainbike, e in inverno da piste per lo sci di fondo sul Pian delle Macinare. All’interno del parco si organizzano anche lanci con il deltaplano (Università del Volo Libero, Sigillo) ed escursioni speleologiche (centro nazionale di speleologia, Costacciaro, Perugia) senza dimenticare il  Torrentismo, cioè la discesa dei torrenti incassati in gole e forre, utilizzando tecniche miste fra progressione in grotta, alpinismo e subacquea (disciplina nata a Monte Cucco con le prime discese degli anni cinquanta e sessanta nella Forra di Rio e nell’Orrido del Balzo dell’Aquila).

Per chi volesse maggiori informazioni su Monte Cucco

Parco Regionale del Monte Cucco
Via G. Matteotti, 52
06028 Sigillo (Pg)
Tel. +39 075 9177326
Fax +39 075 9179025
www.parcomontecucco.it
info@parcomontecucco.it