Nuovo volo Perugia Cagliari

Un altra bella novità per la mobilità aerea dell'Umbria e della Sardegna

0
408
Sardegna
Sardegna

Con il volo Perugia Cagliari, si  arricchisce ulteriormente il pacchetto di voli dell’aeroporto San Francesco di Perugia. Dopo i voli per Olbia e per Roma, è’ stato ufficializzato un volo da Perugia per il capoluogo sardo. Da sottolineare anche la concomitanza con la connessione per Trapani.

Come per i suddetti voli, la nuova tratta è realizzata da Aliblue Malta, (compagnia già operativa in Italia dagli scali di Cuneo, Cagliari e Trapani), grazie anche alla collaborazione con Medavia, vettore maltese che fornisce gli aerei Dash 8-300 da 50 posti e Dash 8-100 da 37 posti.

A partire dal 6 luglio 2018, sarà operativa la nuova rotta Perugia-Cagliari, programmata con due frequenze settimanali di venerdì e domenica. 

Prezzi e info per l’acquisto dei biglietti

I biglietti per i voli sono acquistabili sul sito con tariffe di sola andata Perugia Cagliari a partire da 85€ a persona e Perugia Trapani (via Cagliari) a partire da 135€, costi comprensivi di tasse aeroportuali, catering, un bagaglio da stiva da 15kg ed un bagaglio a mano da 5kg.

La soddisfazione della Sase

Ernesto Cesaretti, Presidente Sase, ha cos’ commentato: «Siamo felici che Aliblue Malta, dopo il lancio dei voli per Roma Fiumicino e Olbia, abbia saputo cogliere l’opportunità di operare i collegamenti estivi da e per Cagliari, aggiungendo anche la possibilità di raggiungere Trapani attraverso i voli che la compagnia opera tra le due isole. Le nuove rotte Aliblue ci permetteranno così di avere, a partire dal luglio prossimo, collegamenti bisettimanali con l’hub di Fiumicino e con le bellissime isole di Sicilia e Sardegna». Per Umberto Solimeno, direttore Sase, «con l’annuncio di questi ultimi collegamenti l’aeroporto di Perugia supera come numero di rotte e di frequenze quelle dello scorso anno. Un primo importante passo per uno sviluppo a due cifre, nell’ottica di un’attenzione al territorio, al servizio del trasporto aereo ed al diritto alla mobilità dei cittadini».