MEDICUS 2021 E “LA RINASCITA” DI GENTILE DA FOLIGNO

Foligno, Auditorium San Domenico, 22-23 ottobre 2021

0
269
Immagine del sito premiogentiledafoligno.it
Immagine del sito premiogentiledafoligno.it

Alla presentazione di “Medicus 2021”, Premio Gentile da Foligno hanno partecipato: il Direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Perugia Prof. Vincenzo Nicola Talesa, il Presidente dell’Associazione Sopghia.U.M. Dottor Moreno Finamonti, il Vice Presidente Dott. Andrea Biekar, (in rappresentanza della regione Marche), il Dott. Mauro Bosi della fondazione Angelo Celli, l’Architetto Fabrizio Carloncelli, il Sindaco di Foligno Stefano Zuccarini, l’Assessore Paola De Bonis e il Consigliere Comunale con incarico ai Grandi Eventi, Caterina Lucangeli. Alla Lucangeli va il merito di aver alacremente lavorato (in sinergia con la De Bonis e il Sindaco) per la realizzazione di questo importante evento che darà lustro, immagine ed indotto alla città di Foligno e al suo territorio.

L’evento avrà anche l’apporto di: Università degli Studi di Perugia, Regione dell’Umbria, Comune di Foligno, Fondazione Angelo Celli, Associazione accademici italiani in Cina e  Federsanità Anci Umbria

Chi era Gentile da Foligno

Gentile nacque a Foligno nella seconda metà del XIII secolo ed ivi morì il 18 giugno 1348. Era un discendente della famiglia dei Gentili, imparentata con il ramo dei conti di Foligno che avevano la rocca tra le frazioni di Carpello e Cancellara. Come si addiceva ai figli di famiglie facoltose, andò a studiare a Bologna, l’Università italiana più prestigiosa dell’epoca. Poco è noto sulla vita di Gentile fino al 1322 ma è certo che praticò la professione medica.

Nel 1322 Gentile era sicuramente a Siena, dove insegnò dal 22 marzo 1322 al 30 giugno 1324: i pagamenti, testimoniati nel Chartularium Studii Senensis, riguardano il periodo fino all’ottobre del 1324 compreso, nonché il trasloco a Siena “librorum et arnesium”. Fonte: Treccani da  www.premiogentiledafoligno.it

Medicus 2021

Tornando all’oggetto di “Medicus 2021”, l’anno prossimo, a maggio, sarà l’occasione per affrontare anche tematiche specifiche legate all’invecchiamento, dalle protesi all’estetica fino all’evoluzione delle cure per la prostata perché Gentile da Foligno è stato uno dei primi urologi.

Si è parlato anche dell’importanza di “avere strutture adeguate e degne per gli anziani. Spesso sono poco utilizzate o mal gestite”. E’ intervenuto anche Vincenzo Nicola Talesa, il direttore del dipartimento di medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Perugia, sottolineando “l’importanza della ricerca”.

Ci sarà spazio per il coinvolgimento degli studenti visto che sarà istituita una borsa di studio. Alle giornate di approfondimento sono annunciati, fra gli altri, gli interventi del rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Maurizio Oliviero, e di S.E. Mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la vita e Gran Cancelliere del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II.

Saranno approfondite le tematiche relative alla ricerca scientifica per favorire il benessere dell’umanità, le sfide e le prospettive future.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social