Media: spopola il “Covid-Vip”

Imperversano le notizie riguardanti i personaggi famosi contagiati dal Covid-19

0
38
Silvio Berlusconi

Un tempo le notizie si nutrivano e vivevano della formula “soldi, sesso e sangue”, i tempi cambiano e oggi in periodo di emergenza Covid, le news di giornali e tv, si fondano sul binomio Covid-19 e Vip, (dello spettacolo, della politica e dello sport, ogni categoria è ammessa) purché il contagiato di turno abbia un nome altisonante e popolare.

Basti pensare al polverone mediatico scatenato in occasione del contagio e della malattia di Briatore, il popolo italiano si è diviso pro Flavio e contro Flavio, chi gli augurava la peggiore della sorte e chi invece la sua pronta e buona guarigione, idem per Silvio Berlusconi ove la politica non dovrebbe entrare sul tema della salute di una persona, invece c’è entrata a piedi pari, senza un minimo di stile, moralità e rispetto altrui, ovvero la brutta faccia della democrazia.

Ora tocca al patron del Napoli Aurelio De Laurentiis, auspichiamo che ci sia maggiore comprensione e buon senso, sia almeno il mondo del calcio a dimostrare più dignità ed educazione; quando questa manca, ci pensano i volponi-giornalisti a scovare polemiche di altri Vip e accendono il fruttuoso fuoco del batti e ribatti, solo per interessi di maggiori click e telespettatori.

Tutto questo crea nella mente dei fruitori di queste news più confusione di quanta ce ne sia, in quanto passa il concetto “che il Covid-19 non risparmia nessuno ed è ancora vivo e vegeto, pericoloso come in primavera”, dunque i Vip vengono utilizzati come “testimonial” involontari di un virus ancora arzillo e letale.

Poi come scrivo sempre ognuno pensi quel che crede e si faccia la propria idea…