LO SPORT DI ALTRI TEMPI, L’UMBRIA SI FA VALERE

Campionato Italiano Velocità in Salita, con moto d'epoca; Il ternano Tommaso Tentellini conquista il secondo posto

0
327

Riceviamo e pubblichiamo volentieri:

Che gli sport motoristici siano di casa a Terni in tutte le declinazioni è cosa nota dalla notte dei tempi. In piccoli garage, in officine improvvisate, tanti appassionati preparano gioielli che poi fanno bella figura nelle gare nazionali e tengono alto il blasone di Terni e dell’Umbria.

Il caso emblematico di questo è Tommaso Tentellini, pilota di provincia che con tanti sacrifici riesce a coniugare la famiglia, il lavoro in un’azienda industriale e la sua grande passione per le moto.

Quest’ anno nella due categorie in cui ha gareggiato del Campionato Italiano Velocità in Salita riservato a moto da corsa d’epoca (organizzato dalla Federazione Motociclistica Italiana) da poco concluso, ha raggiunto il secondo posto come gruppo 4 ed il terzo posto nel gruppo 5, correndo con una Motobi 125 (del 1968) ed una Ducati 175 (del 1959), moto che, a dispetto della loro età, raggiungono prestazioni di gran livello in quanto preparate per le gare.

Quella di Tommaso sembra un storia di altri tempi, di uno sport motociclistico dai contorni romantici e sfumati, quella in cui i piloti erano pure tecnici, direttori sportivi, aiutanti ai box, infatti è sempre Tommaso che prepara le sue moto sotto un profilo meccanico, che provvede a fare la messa a punto durante le prove, a caricare e scaricare tutta l’attrezzatura ad inizio e fine gara, con sempre vicino a se la sua fan n. 1, Silvia, sua moglie. Anche il supporto degli amici della “Sarvognuno Squadra Corse” non è mai mancato, una compagine, questa, di appassionati come lui alle corse con moto d’ epoca. Strana gente, che non riuscendo a “crescere” tiene vivo il ricordo del glorioso passato dove affondano ben salde le radici per un futuro ancora da scrivere, ricco di soddisfazioni negli sport motoristici per la città di Terni e per l’ Umbria.

Questa stagione agonistica lo abbiamo visto sfrecciare sempre al vertice delle classifiche delle categorie nelle gare di Leccio-Reggello (FI), Spoleto-Forca di Cerro (PG), Poggio-Isola del Liri (FR), Molino del Pero-Monzuno(BO), Gragnano-Varliano (LU), Saline-Volterra (PI), Pieve-Passo dello Spino (AR), competizioni dure spesso con condizioni meteo avverse ma Tommaso era sempre a nastri di partenza con una determinazione fuori dal comune.

Adesso sta preparandosi per la prossima stagione con maggiori ambizioni, nella speranza che qualche azienda locale lo possa supportare attraverso una sponsorizzazione, che avrebbe sicuramente per l’ azienda stessa ottimi feedback sia per l’ immagine del pilota che per i numerosi appassionati seguono questa tipologia di gare.

Mario Menghini