La Junge Deutsche Philharmonie al teatro Morlacchi

L’orchestra giovanile tedesca sarà diretta dall’eccellente direttore David Afkham e Steven Isserlis al violoncello

0
667
David Afkham

Sarà la grande musica francese la protagonista assoluta del prossimo concerto degli Amici della Musica di Perugia che si terrà domenica 18 marzo alle ore 17,30 al Teatro Morlacchi e  che vedrà alla direzione dell’orchestra giovanile tedesca Junge Deutsche Philharmonie, l’eccellente direttore David Afkham e Steven Isserlis al violoncello.
Il concerto si aprirà con una bella pagina di Olivier Messiaen, Les offrandes oubliées, seguito dal Concerto per violoncello e orchestra «Tout un monde lointain» di Henri Dutilleux in cui sarà solista Steven Isserlis, uno dei maggiori violoncellisti contemporanei. Il programma si concluderà con la spettacolare e visionaria Symphonie fantastique op. 14 di Hector Berlioz.

Sarà un programma originale dunque quello proposto dalla Junge Deutsche Philharmonie, dedicato alla musica francese nota e meno nota.
Di Olivier Messiaen ascolteremo una composizione giovanile del 1930, Les offrandes oubliées, primo esempio orchestrale di profonda devozione cattolica, che preannuncia alcune delle caratteristiche della produzione successiva del compositore. Del tutto laico invece il Concerto per violoncello e orchestra «Tout un monde lointain» di Henri Dutilleux, scritto nel 1970 su commissione di Mstislav Rostropovich, che reca come titolo un verso tratto dai Fleurs du mal di Baudelaire. A completamento del programma, sarà eseguita una delle pietre miliari dell’intero repertorio sinfonico, la celeberrima e spettacolare Symphonie fantastique op. 14 di Hector Berlioz, che manca dal cartellone degli Amici della Musica da quasi 40 anni.
*** *** ***
La Junge Deutsche Philharmonie unisce giovani musicisti di talento provenienti da diverse accademie musicali tedesche, selezionati tramite audizioni, e li forma in un ensemble musicale omogeneo. L’ampio repertorio di questa prestigiosa orchestra include, oltre al repertorio sinfonico, anche esecuzioni di musica contemporanea e antica. È condizione fondamentale della Junge Deutsche Philharmonie che i suoi membri si organizzino in comitati. Grazie al lavoro del comitato esecutivo, attraverso laboratori tematici e campagne informative, i membri dell’orchestra acquisiscono competenze che vanno al di là dell’esibizione musicale. L’ensemble diventa così un ponte importante tra gli insegnamenti appresi nelle accademie e l’evoluzione professionale dei musicisti. I membri dell’orchestra, la cui età è compresa tra i 18 e i 28 anni, si riuniscono regolarmente in numerose sessioni di prove per poi partire per tournée e apparizioni internazionali. Ogni due anni la Junge Deutsche Philharmonie produce e promuove il Festival FREISPIEL di Francoforte, proponendo esibizioni che sono la fusione di generi diversi ed eventi organizzati secondo format sperimentali che nel tempo hanno dato un contributo fondamentale alla vita culturale della città tedesca.
*** *** ***
David Afkham è molto richiesto come direttore ospite dalle più importanti orchestre e teatri del mondo e si è contraddistinto per essere uno dei direttori emergenti tedeschi più ricercati negli ultimi anni.
Attualmente è Direttore Principale della Orquesta y Coro Nacionales de España di Madrid.
Nato nel 1983 a Friburgo, David Afkham ha ricevuto le sue prime lezioni di pianoforte e violino all’età di sei anni. A quindici anni è entrato all’Università Musicale di Friburgo per proseguire gli studi di pianoforte, teoria musicale e direzione ed ha poi continuato alla Scuola Musicale Liszt di Weimar. David Afkham è stato il primo assignatario del ‘Bernard Haitink Fund for Young Talent’ ed ha assistito Haitink in numerosi importanti progetti, tra cui cicli sinfonici con la Chicago Symphony, la Concertgebouw Orkest e la London Symphony Orchestra. Nel 2008 ha vinto il ‘Concorso di Direzione Donatella Flick’ di Londra, diventando direttore assistente alla London Symphony Orchestra per due anni. Nel 2010 David Afkham ha vinto il ‘Nestle and Salzburg Festival Young Conductors Award’, ed è stato direttore assistente della Gustav Mahler Jungendorchester dal 2009 al 2012.
*** *** ***
Acclamato in tutto il mondo per la sua tecnica e la sua musicalità, il violoncellista britannico Steven Isserlis ha al suo attivo un’ampia carriera come solista, musicista da camera, educatore, autore ed ha partecipato a moltissime trasmissioni di divulgazione musicale.
Appare regolarmente con le principali orchestre e direttori, tra cui la Filarmonica di Vienna, la London Philharmonic, la Tonhalle di Zurigo e la Los Angeles Philharmonic Orchestra. Ogni anno tiene recital nei principali centri musicali del mondo.
Come musicista da camera, ha curato le serie concertistiche di numerose e prestigiose sale, tra cui la Wigmore Hall, la 92nd St Y di New York, la Zankel Hall ed i Festival di Salisburgo e Verbier. Di quando in quando dirige anche orchestre da camera dal violoncello, in programmi classici.
Steven Isserlis ha un profondo interesse per l’esecuzione storica dei brani, collaborando con molte orchestre che suonano su strumenti d’epoca e tenendo recital per clavicembalo e fortepiano. Allo stesso tempo è un grande sostenitore della musica contemporanea e ha tenuto le prime esecuzioni mondiali di molte opere, tra cui ad esempio The Protecting Veil di John Tavener, Lieux retrouvés’ di Thomas Adès e For Steven di Gyorgy Kurtag.

Per informazioni:
Fondazione Perugia Musica Classica Onlus
Piazza del Circo 6 – 06121 Perugia
Tel. 075 572 22 71
www.perugiamusicaclassica.com