Intervista a Giuseppina Di Marzio -Donna Coraggio- di Ponzano Romano

Una grande donna che si è esposta in prima persona per difendere il suo piccolo paese

0
4052
Giuseppina Di Marzio
Giuseppina Di Marzio

Umbriaoggi.it non è un giornale che si occupa di fatti di cronaca ma di cultura ed eccellenze dell’Umbria, siccome il Coraggio usato per una giusta causa non ha confini ed è un valore delle persone migliori, ho deciso di intervista Giuseppina Di Marzio che pur indirettamente è fortemente interessata dalla vicenda dell’arresto del Sindaco di Ponzano Romano  avvenuto martedì 18 settembre, notizia clamorosa che è stata rilanciata da tutti i tg e giornali nazionali, (come riporta tgcom24.it).

Chi è Giuseppina Di Marzio?

-Sono una mamma e moglie, molto premurosa, mi piace curare la mia famiglia al meglio ed essere sempre presente, ma sono anche una coltivatrice diretta perché nostro padre ha lasciato a me e mia sorella in eredità la nostra azienda agricola di famiglia,quindi mi occupo di gestire al meglio i terreni e ciò che ne consegue.

Perchè hai deciso di fondare un Co-mitato per Pronzano Romano?

-Ho deciso di fondare il comitato “SiAmo Ponzano” perché il nostro paese era privo di qualsiasi stimolo verso il futuro, ma principalmente per contrastare il progetto che prevede la creazione dell’impianto a biometano. Sono nettamente contraria fin dall’inizio, quando mi sono resa conto che tante persone mi fermavano per strada e mi chiedevano un sostegno morale allora ho deciso di metterci la faccia e l’impegno per portare avanti questa battaglia, per salvaguardare il nostro territorio e le persone che lo abitano. Penso che il futuro e lo sviluppo del nostro paese si possa avere ma in altri modi, non necessariamente vedendosi al migliore offerente-.

Cosa pensi dell’arresto del sindaco di Ponzano Romano?

-Il nostro sindaco, alle ultime elezioni non è stato votato all’unanimità come ho sentito dire dai telegiornali ma piuttosto non si è creata una lista di opposizione e questo la dice lunga sullo sconforto creato negli anni, negli animi della gente di Ponzano, compresa me a volte, lo confesso.

Non ho visto interesse nel portare avanti nulla se non i propri interessi, (del sindaco ndr) quindi penso che chi sbaglia paga e ci penserà la giustizia a questo. Ora la questione principale che interessa al nostro Comitato è che l’ecomostro non si realizzi-.

Cosa intendi fare per il futuro di Ponzano Romano?

-Per il futuro nel mio paese invece mi impegnerò affinchè non accada mai più quello che è capitato in questi anni, ci sono dei diritti e dei doveri per i cittadini che sono inalienabili. Bisogna mettersi in gioco e non aspettare mai che lo faccia qualcun’altro perché ognuno di noi può cambiare le cose se lo vuole davvero. A volte non è facile, ma secondo me il sacrificio alla fine viene sempre ripagato-.