IL PROGRAMMA DEL GRANDE NATALE DI PERUGIA

Molte iniziative ed eventi nel capoluogo umbro

0
335

Le Fetività Natalizie 2021-2022  a Perugia sono contrassegnate da molte novità e da un grande spirito di ripartenza per attrarre tanti turisti e visitatori.

Il Comune e tante altre istituzioni ed associazioni oltre i consueti addobbi natalizi, hanno organizzato diverse iniziative culturali che fanno da ottimo contorno a queste festività, un programma molto ricco, c’è veramente l’imbarazzo della scelta.

Il programma

Mercoledì a Palazzo della Penna è stato presentato il programma di «A Natale con noi», il cartellone di eventi per il periodo natalizio i cui manifesti, quest’anno, sono stati realizzati dall’Istituto italiano di design cercando di valorizzare il simbolo dell’albero insieme ai monumenti della città.

Alberi e luci Il programma inizierà ufficialmente sabato 4 dicembre con l’accensione delle luci in centro e del videomapping su Palazzo dei Priori, dedicato alle opere di Gerardo Dottori. L’8 invece toccherà all’accensione dell’albero di 18 metri in piazza IV Novembre, di quelli accanto ai negozi e di quello sui tetti, un videomapping da 30 mila metri quadrati presentato nei giorni scorsi. Lungo corso Vannucci, poi, per il periodo delle feste tornerà anche la filodiffusione con canzoni natalizie.

Mostre Quanto alle mostre, «i rimandi a Dottori parlano chiaro: quest’anno il Natale – è stato detto mercoledì – è anche un modo per riscoprire e celebrare Perugia come centro di arte e cultura». A Palazzo della Penna ci sarà, oltre alla permanente con le opere di Dottori, «Fortuna e mito di Raffaello in Umbria», inserita nelle celebrazioni nazionali per il quinto centenario della morte dell’artista, e la mostra dedicata ai 90 anni del pittore Franco Venanti. Dall’11 alla Biblioteca Augusta aprirà i battenti «Il capocannoniere è sempre il miglior poeta dell’anno – Il calcio tra figurine e letteratura»; dalla stessa data anche «A regola d’arte, ceramiche tradizionali di Deruta» alla sala Cannoniera della Rocca Paolina, mentre il 18 dicembre, negli spazi dell’ex chiesa Santa Maria della Misericordia in via Oberdan, si inaugura «Facce da Virus» di Angelo Buonumori.

Mercati e igloo Immancabili i mercatini, organizzati lungo Corso Vannucci, piazza Matteotti, piazza della Repubblica e al Cerp della Rocca paolina. Niente da fare invece, anche per problemi legati ai costi, per la pista di ghiaccio che per alcuni anni è stata una delle attrazioni più apprezzate. A tornare sono invece gli igloo, stavolta però non come spazi esterni di bar e ristoranti: in piazza della Repubblica uno accoglierà presentazioni e degustazioni di produzioni enogastronomiche e di prodotti della terra, ma sarà utilizzato anche per ascoltare musica e promuovere le piccole case discografiche dell’Umbria. In corso Vannucci un igloo sarà riservato alla presentazione e promozione dei prodotti del territorio, mentre piazza Matteotti offrirà un’area gioco per bambini e adulti. L’igloo di piazza Italia, infine, sarà dedicato al tema delle energie rinnovabili.

Le iniziative Una novità riguarda i presepi, con un percorso che si snoderà fra tutti i rioni attraverso un itinerario dedicato. Diverse anche le iniziative dedicate ai bambini, compresi quelli del Post in piazza del Melo, dove saranno organizzati dei laboratori gratuiti. Quanto al Capodanno, Luca Cirimbilli ha spiegato per la notte del 31 dicembre il format «prevede una campagna pubblicitaria per dare visibilità, grazie a un’apposita card, non solo a ristoranti, bar e pub, ma anche a iniziative legate alla cultura, all’arte, all’artigianato, allo shopping e all’enogastronomia. Consegneremo 15 mila card che daranno diritto a offerte nelle attività partner. I turisti, oltre la card, potranno usufruire di pacchetti composti da più servizi».

Green pass A presentare il programma sono stati gli assessori Leonardo Varasano (cultura), Clara Pastorelli (commercio), Gabriele Giottoli (sviluppo economico e turismo) e Edi Cicchi (famiglia) insieme a Sergio Mercuri (presidente del Consorzio Perugia in centro), Francesco Gatti (presidente del Post) e Benedetta Risolo dell’Istituto italiano di design. «Il palinsesto – ha detto Varasano – è ricchissimo anche se in parte resta necessariamente aperto per tenere conto dell’evoluzione della situazione sanitaria». Ovviamente, vista l’entrata in girare del nuovo decreto del governo dal 6 dicembre, per partecipare a tutti gli appuntamenti al chiuso sarà necessario il green pass rinforzato. Aperto invece rimane ancora il dibattito sull’uso delle mascherine all’aperto nelle zone più affollate della città durante il periodo natalizio; una misura chiesta nelle scorse dai sindaci ma sulla quale non c’è ancora una decisione.

(Fonte: Umbria24.it)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social