IL COVID-19 NON COLPISCE SOLO I POLMONI

L'esperto risponde, a cura del Dott. Moreno Finamonti, nona parte

0
780
Apparato digerente
Apparato digerente

 

Ho letto che il Covid-19 non colpisce solo i polmoni, è vero?

La risposta del Dott. Finamonti

“Oltre al polmone,il recettore Ace2 sembrerebbe espresso in più tessuti, tra i quali:cuore,vasi sanguigni,rene,intestino,etc.

Covid-19 è una malattia che nelle sue forme più gravi,lo sappiamo, colpisce i polmoni.Ma Covid-19 non riguarda solo i polmoni.

L’attacco multiorgano era già emerso dalle prime relazioni dei medici cinesi.

Il cuore:in aggiunta alla mancanza di ossigeno che può provocare un arresto cardiaco, non è rara una reazione immuno-infiammatoria con una sofferenza miocardica.Oltre all’infarto del miocardio, sono stati riscontrati anche dolori al torace per la pericardite, l’infiammazione del rivestimento del cuore e miocardite infiammazione del muscolo cardiaco.

In questi pazienti viene trovato un alto livello di troponina, segno che il muscolo cardiaco ha subìto un danno.La miocardite può essere causata dal virus stesso o dalla risposta immunitaria ed infiammatoria del corpo al virus e i pazienti infetti che soffrono di miocardite non hanno necessariamente una carica virale più alta rispetto a chi non sviluppa questa problematica.

Il rene:il Covid-19 colpisce anche i reni, infatti il 6%dei pazienti della Sars  e il 25%dei pazienti di Mers presentavano gravi danni ai reni, mentre il 27%dei contagiati da SARS-CoV-2 sviluppano una insufficienza renale acuta, soprattutto se anziani e accusano altre patologie come una ipertensione ed una insufficienza cardiaca.Durante l’infezione aumenta la necessità di insulina ed il pancreas di un diabetico non ne produce più.

I reni filtrano continuamente il sangue e a volte le cellule tubulari intrappolano il virus causando un lieve danno transitorio che può, però,diventare letale se il virus penetra nelle cellule e inizia a replicarsi.

Ad oggi non sono state trovate prove che il virus della SARS si stesse replicando nei reni e per quanto riguarda SARS-CoV-2 è ancora prematura una risposta. Il cervello: non è stato ancora possibile documentare se il virus può davvero colpire il cervello.

In caso di pazienti diabetici con Covid-19 è necessario verificare più frequentemente la glicemia e aumentare, se possibile,le dosi di insulina anche se mangiano poco. Il pancreas:un altro organo vitale che viene danneggiato dal virus è il pancreas che produce l’insulina; non viene attaccato direttamente,ma lo è indirettamente nei pazienti diabetici.

La maggior parte dei pazienti affetti da Covid-19 si presentano comunque vigili e neurologicamente normali; pertanto gli specialisti sono cauti nel fare affermazioni definitive.

Come avrete notato si moltiplicano gli studi e le segnalazioni dei danni multiorgano provocati dal virus,ma in alcuni casi sfugge ancora se è un interessamento primario oppure una complicanza secondaria.

Gastrointestino: secondo alcuni esperti il virus potrebbe essere in grado di infettare le cellule del sistema gastrointestinale e questo può essere il motivo perché alcuni pazienti hanno sintomi come diarrea o indigestione.

Il fegato:i ricercatori cinesi sostengono che i danni al fegato possono essere causati direttamente dall’infezione SARS-CoV-2 o dai farmaci utilizzati per curarla.

Gli scienziati in un articolo apparso sul Journal of Medical Virology sostengono   di non poter escludere la possibilità che il nuovo coronavirus possa essere in grado di infettare alcune cellule nervose.”

Continuate ad inviare le Vs domande al Dott Finamonti via Whatsapp al numero telefonico 348 0456101 oppure email: info@umbriaoggi.it

 


linea-diretta-finamontiLe preziose informazioni sul coronavirus sono fornite direttamente dal medico folignate Dott. Moreno Finamontispecialista in microbiologia e virologia, attualmente dirigente medico presso il laboratorio di analisi chimico cliniche e microbiologiche dell’ospedale di Orvieto, il quale si è reso disponibile con grande spirito costruttivo.

Si ringraziano:

Paolo Cesarini, Luca Comodi, Danila Fiacchi, Fabrizio Poltrini promotori di questa lodevole iniziativa.

Caterina LucangeliConsigliere del Comune di Foligno, la quale si è impegnata direttamente perché l’evento mediatico potesse concretizzarsi ed essere opportunamente divulgato tramite la redazione di UmbriaOggi

Il Sindaco Stefano Zuccarini, prontamente informato ed impegnato in prima linea nella protezione e prevenzione della salute pubblica della sua città, è voluto intervenire  per esprimere la sua gratitudine al gruppo di concittadini, per l’utile servizio reso alla comunità.