I benefici del camminare

Una bella camminata aiuta a combattere ansia e stress.

0
939
benefici del passeggiare
benefici del passeggiare

E’ noto che l’esercizio fisico in genere  ed in particolare il camminare, è un’ottima soluzione  per il trattamento della depressione, dello stress e dell’ansia.

È stato dimostrata la veridicità dei benefici del  camminare a ritmo sostenuto che favorisce il rilascio delle endorfine e degli ormoni che ci fanno sentire bene e rilassati, mentre  si riduce la produzione di cortisolo, l’ormone dello stress.

Questo fatto è confermato  dai i neuroscienziati della  prestigiosa Princeton University (Usa), essi ritengono che gli effetti di una bella e sana camminata vadano oltre la produzione momentanea di alcuni neurotrasmettitori, infatti affermano che camminare regolarmente può addirittura contribuire a rigenerare il cervello stesso aiutandoci ad affrontare più facilmente lo stress e i problemi  e le preoccupazioni della vita quotidiana.

Descrizione dello studio scientifico:

Questi ricercatori hanno lavorato con due tipologie di cavie: un gruppo  di animali  è rimasto attivo e l’altro è stato destinato ad una vita sedentaria.

Dopo aver fatto camminare le cavie, gli scienziati hanno analizzato i loro cervelli e hanno scoperto che negli animali che avevano fatto attività fisica si attivarono alcuni neuroni che inibiscono l’attività delle cellule nervose troppo eccitate.

In un secondo  tempo, aggiunto  un po’ di stress di tipo  ambientale e hanno verificato  l’attivazione dei neuroni eccitabili nell’ippocampo, (una regione del cervello coinvolta nelle risposte emotive). Tuttavia, gli animali che camminarono furono in grado di affrontare meglio anche questa attivazione cerebrale dato che si riuscivano ad attivare  anche i “neuroni calmanti” per evitare che l’impatto della situazione fosse eccessivo e per tenere sotto controllo lo stress.

Questi  risultati , che i neuroscienziati considerano validi anche per gli esseri umani, potrebbero spiegare il motivo per cui il  camminare  contribuisce a rilassarci e dimenticare le preoccupazioni e i dolori che ci tormentano

Tutto indica che quando camminiamo si attivano nel cervello i  cosiddetti “neuroni calmanti” che vanno ad inibire l’eccitazione dei neuroni che sono alla base delle preoccupazioni, del troppo pensare e dello stress.

Ciò indica che l’attività fisica aiuta a riorganizzare il cervello, quindi è meno probabile che le persone che camminano e fanno regolarmente attività fisica soffrano di alti livelli d’ansia e lo stress interferirà in maniera minore durante la loro vita quotidiana.

Scegliere un percorso naturale per ottenere i massimi benefici del camminare.

Non è la stessa cosa camminare dentro le 4 mura di una palestra, su un tapis roulant, e camminare immersi nei colori, nei profumi e nella pace della natura.

I neuroscienziati della Heriot-Watt University lo dimostrarono monitorando l’attività cerebrale di 12 persone mentre camminavano per 25 minuti in un centro commerciale, uno spazio verde e una strada affollata. L’elettroencefalogramma mobile monitorò le loro emozioni e stati come la frustrazione, la meditazione, l’entusiasmo e l’attenzione.

Così scoprirono che il rilassamento e la meditazione erano più intensi quando i soggetti camminavano all’esterno e in spazi verdi. Queste persone provavano anche un minor senso di frustrazione. Questo avviene perchè negli spazi verdi il nostro cervello riesce a staccare completamente e attiva quella  che viene definita “attenzione involontaria”, avendo la possibilità di muoversi più liberamente in uno stato abbastanza simile a quello della meditazione . Al contrario, in città e nei centri commerciali abbiamo un maggior livello di attenzione  quindi non abbiamo la possibilità di scollegarci completamente dalle nostre preoccupazioni e non permettiamo al nostro cervello di ottenere il meritato riposo.

In sintesi i benefici del camminare special modo della natura, debbono spingerci a ritagliarci del tempo per noi da dedicare a questo tipo di attività in modo costante e programmato.