FRITTELLE DEL LUNA PARK BY CHEF SILVESTRI

Un dolce amato dai bambini ma anche dai grandi

0
201
Frittelle del Luna Park
Frittelle del Luna Park

Oggi lo Chef Marco Silvestri ci presenta un dolce tipico che si può degustare al Luna Park, in un momento di gioia e di divertimento che ci offrono gli operatori delle giostre e delle varie attrazioni in tutta Italia.

Marco Silvestri dedica questa ricetta in particolare al Luna Park di Tarquinia
Frittelle del Luna Park
Che meraviglia: queste frittelle, inoltre si preparano senza dover aspettare i classici tempi di lievitazione degli impasti con lievito di birra!
Ingredienti
-250 g farina 00
-150 g acqua
-8 g lievito in polvere per dolci (mezza bustina)
-2 cucchiaini zucchero
-1 cucchiaino di olio e.v.o
-1 pizzico sale
-Zucchero  q.b per cospargere le frittelle una volta fritte
-Olio di semi di arachide (per friggere), q.b
Preparazione frittelle del luna park
In una ciotola mettete la farina, lo zucchero, il lievito e il sale. Fate la fontana e poco alla volta aggiungete l’acqua e impastate.
Quando l’impasto è quasi pronto unite anche l’olio.
Continuate ad impastare a mano per qualche minuto fino a ottenere un impasto liscio e sodo.
Infarinate il piano di lavoro con poca farina, e dal panetto staccate sette pezzi di circa settanta (70) grammi e formate delle palline.
Cominciando dalla prima pallina che avete formato (il riposo favorisce l’elasticità), schiacciate ogni pallina con le mani, facendo in modo di appiattire leggermente dal centro verso l’esterno, lasciando il bordo più spesso.
Riscaldate l’olio in una padella profonda va bene anche una wok.
Non dovrà essere bollente ma a 170 gradi circa (se non avete il termometro da cucina inserite uno stuzzicadenti al centro della wok senza toccare il fondo, se si formano bollicine intorno è pronto altrimenti aspettare qualche minuto, non fate però raggiungere il punto di fumo che poi l’olio risulta cancerogeno.
Lo stecchino dovrà sfrigolare intorno alla frittella.
Immergere le frittelle nell’olio.
Quando sono ben dorate scolatele su carta assorbente e rotolatele nello zucchero semolato. Le frittelle appena cotte risulteranno “dure” nel senso di croccanti, basterà lasciarle intiepidire un attimo e assumeranno l’aspetto soffice che devono avere!
 Le frittelle si preparano e si mangiano entro pochissime ore, il giorno dopo avranno perso gran parte della loro morbidezza.
Se proprio vi avanzano riscaldatele un minutino in forno caldo o qualche secondo a 500 watt nel microonde.