Era ora, il Frecciarossa fermerà a Orte

La fermata sarà operativa dal mese di giugno 2021

0
125
stazione-di-orte

Sono anni che la Regione Umbria ( anche con la precedete amministrazione ), di concerto con la Regione Lazio e Ferrovie dello Stato sta trattando per ottenere la fermata del Frecciarossa alla stazione di Orte, finalmente questo obiettivo è stato raggiunto .

La notizia è stata annunciata dal presidente delle ferrovie dello stato Gianfranco Battisti in occasione di un convegno riguardante i cantieri nel Lazio per la ripresa aggiungendo che su Orte «sarà convocata una conferenza stampa dedicata» e lì «riqualificheremo anche il parcheggio»

La suddetta fermata riesce a togliere, pur parzialmente, il costante isolamento dell’ Umbria rispetto all’alta velocità che in altre regioni d’Italia è ormai fatto di normale routine.

Nota dell’ Assessore regionale Enrico Melasecche  «le dichiarazioni dell’ ad Battisti, sono «chiarissime e accolgono le richieste che la presidente Donatella Tesei ha avanzato per portare il Frecciarossa a tutta quella parte dell’Umbria meridionale che da Terni attende da anni le stesse opportunità. Inoltre sembra che si tratti non di una semplice fermata, ma di un progetto infrastrutturale pesante che vede la stazione di Orte diventare una stazione per l’Alta velocità per cui, a valle dei lavori, partiranno treni direttamente da quella realtà che, come Terontola, è situata a pochi km dal confine con l’Umbria ed dai Comuni di Terni e Narni. Per questa parte di Umbria si tratta di un salto di qualità importante che favorirà nuovi investimenti e insediamenti produttivi. Come Regione stiamo mettendo in programma fin d’ora un appuntamento congiunto all’ad Battisti, unitamente alla Regione Lazio con cui abbiamo forti interessi da sviluppare anche sul fronte autostradale, a cominciare dal completamento della trasversale Orte-Civitavecchia il cui progetto esecutivo da troppi anni attende una definizione dopo vicende giudiziarie che ne hanno ritardato la realizzazione. Il finanziamento è disponibile, l’attuale commissariamento che avevamo sollecitato alla ex ministra De Micheli ci auguriamo possa velocizzare l’iter di questa ulteriore realizzazione».

Da Umbria24.it

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social