E’ NATA FEDEREVENTI UMBRIA

Un sistema atto alla formazione e alla promozione di questo importante settore

0
114

Gli eventi, sia a livello aziendale che in altri soggetti improntati e specializzati su manifestazioni specifiche, costituiscono un volano importante per ottenere determinati obiettivi in ambito commerciale, turistico e con relativi indotti economici.

Un particolare settore che va preso in forte considerazione e che per tanto necessita di un management altamente qualificato orientato all’innovazione, è questo il focus della Federeventi Umbria che aiuterà e collaborerà con le imprese e le strutture interessate, per ottimizzare i risultati finali di esposizioni fiere ed eventi ad hoc.

Una fase delicata, quella vissuta anche dal settore fieristico e degli eventi, che ha però fatto riflettere. La pandemia ha rallentato l’azione di chi in Umbria si occupa di eventi ma allo stesso tempo ha dato ad alcuni soggetti la forza per reagire. Da un momento di difficoltà, lungo ormai due anni, è iniziato anche una dialogo, pure con la Regione e Confcommercio, per dare gambe ad una idea che punta alla promozione, formazione, supporto e sviluppo del settore ampio degli eventi in Umbria. È nata così e si è presentata alla stampa venerdì 21 gennaio, presso la sede della Confcommercio regionale, l’associazione di rappresentanza del sistema fieristico e degli eventi turistici e culturali della regione.

Obiettivi e adesioni Federeventi, associazione che aderisce a Confcommercio Imprese per l’Italia della regione Umbria, si è costituita con l’obiettivo di aggregare competenze, fornire strumenti, essere al servizio di chi produce e realizza eventi in Umbria. Dell’Associazione potranno fare parte – è stato spiegato da parte dei soci fondatori – le imprese attive nell’organizzazione di eventi (sport, spettacolo e cultura), in ambito fieristico e aziendale, nella convegnistica e più in generale nella fornitura di servizi per eventi. Federeventi avrà tra i suoi principali scopi, accanto alla rappresentanza degli interessi particolari delle imprese socie, la valorizzazione economica e sociale del settore, la promozione della qualificazione sociale degli associati, l’attivazione di servizi innovativi indirizzati alle imprese, la promozione delle relazioni con i rappresentanti istituzionali.

Terra di eventi A tenere a battesimo questa nuova realtà anche Michele Fioroni, assessore allo Sviluppo economico, Innovazione, Digitale e semplificazione della Regione Umbria, che ha sottolineato come in questo modo “venga data forma con una federazione ad un tessuto di imprese e imprenditori che aveva già un alto valore economico”. “Per la nostra regione – ha detto – il tema degli eventi è un tema identitario e l’Umbria ha dimostrato, e le è riconosciuto a livello nazionale, che nonostante le sue piccole dimensioni, di essere un modello molto attrattivo. Quando qui nasce un evento, un festival, una fiera, questo riesce ad attrarre visitatori, turisti e attenzione da tutto il Paese. E questo, oltre alle ricadute immediate, negli anni ha lasciato sul territorio intere filiere di servizi connessi, specialisti e professionisti di livello, creato ricchezza e sviluppo. Un territorio che inventa e produce eventi è un territorio vivo, creativo, aperto, capace di rimanere ben impresso nell’immaginario delle persone. E per questo le istituzioni ci sono”.

Cooperazione Anche Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio dell’Umbria, presente alla conferenza, ha spiegato: “Oggi è un bel giorno per chi fa impresa e lavora. Un bel giorno perché alcune imprese già mature e attive da tempo, quelle degli eventi in questo caso specifico, si sono unite in un’ottica di cooperazione e sviluppo generale del sistema. La nascita oggi di un soggetto associativo è segno di presenza, vicinanza, capacità e visione che hanno le imprese umbre. Eventi vuol dire lavoro, servizi, ma anche turismo e indotto. Federeventi rappresenta un asset strategico a livello regionale. E noi siamo felici oggi di vedere qui la sua nascita e di contribuire alla sua crescita”.

Soci fondatori Andrea Castellani, AC Company srl, primo presidente di Federeventi Umbria, ha poi aggiunto: “Questo percorso, che oggi vede la nascita di un’associazione importante, parte dallo spaesamento che molti di noi, imprese e professionisti, hanno vissuto al tempo delle prime chiusure connesse alla pandemia. Quindi la nostra unione viene fuori dalla voglia di non arrendersi, dalla capacità di costruire e aggregare. La nostra federazione si rivolge, ovviamente, anche ai Comuni che organizzano o vogliono progettare e produrre eventi, fiere e momenti importanti per il loro territorio”. Sono poi intervenuti alla presentazione anche gli altri soci fondatori dell’associazione: Lucia Boccolini, Magenta Events srl; Andrea Barbarossa, Eventi.con snc; Nicoletta Gasbarrone, Fair Lab srl, Fa’ la cosa giusta! Umbria; Anna Setteposte, Anna7Poste Eventi&Comunicazione srl; Lazzaro Bogliari, presidente Umbriafiere Spa; Aldo Amoni, presidente Epta srl; Franco Sediari, Project Manager.

Formazione Tra le finalità della neonata Associazione – è stato spiegato – ci sono quelle di promuovere l’istituzione di un centro di conoscenza, ricerca e sviluppo sul settore espositivo e la creazione di un centro informativo e di un osservatorio permanente di studio sul settore. Tra i compiti quelli di sviluppare servizi alle imprese, quali la formazione e l’aggiornamento di manager e addetti, ma anche l’adozione di certificazioni e marchi. Saranno stipulate convenzioni e sarà introdotto un fondo di supporto allo sviluppo delle start-up. Come hanno affermato i soci fondatori, “Federeventi sarà una struttura aperta; il nostro obiettivo è quello di aggregare competenze, fornire strumenti, essere al servizio di chi produce e realizza eventi in questa regione” . Un’associazione di servizi e di sviluppo che punta a rappresentare in maniera organizzata le imprese umbre anche presso le istituzioni locali, regionali e nazionali. Una parte importante, inoltre, sarà lo sviluppo di servizi aggregati per i soci, tra le quali la consulenza amministrative e il supporto per bandi e misure di sostegno, ma anche la realizzazione e la tenuta di un elenco aggiornato di figure e addetti specializzati per chi produce eventi e manifestazioni.

Fonte: Umbria24.it

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui Social