È di Terni una nuova promessa della tv

La matematica diventa intrattenimento con lo "Zerologo" Francesco Lancia

0
457

 

Chi ha detto che i numeri non possano far ridere e riflettere?

Una chiamata sorprendente, in un sabato sera qualunque in una cornice classica della serata romana con amici…” Sono Renzo Albore, ti andrebbe di lavorare con me? Si comincia lunedi”.

Lo” Zerologo” Francesco Lancia, autore ternano, improvvisatore, speaker e doppiatore non ci ha pensato due volte…

Improvvisazione,umorismo ma anche profonde riflessioni su questa epoca piena di fake news utilizzando sondaggi, informazioni e spunti reali ma con un taglio fortemente ironico.

A sconfessare alcuni miti sulla freddezza dei calcoli matematici ci ha pensato Francesco De Carlo, affiancato da quattro comici, nell’appuntamento speciale di “Data Comedy Show”, in esclusiva su RaiPlay e in onda su Rai3 durante la notte di San Silvestro.

Il compito di presentare i dati in studio è stato affidato ad un volto noto, quello di Francesco Lancia, la cui apparizione è collegata ad Alessandro Greco in “Zero e lode”, il quiz show del primo pomeriggio di Rai1, al bancone dello “zerologo”; torna davanti alle telecamere con un ruolo similare al precedente, con una scrivania ed un computer sotto il naso, il gilet e gli occhialetti da studioso (laureato in Informatica).

Chi ha detto che i numeri non possano far ridere e riflettere?

Una formula vincente secondo Francesco De Carlo quella di Lancia, dove si amalgamano freddure e numeri per far informazione ed intrattenimento dove molta importanza viene attribuita alla spontaneità della stand up comedy e notevole attenzione alla verità delle notizie dei programmi scientifici in una cornice di allegrezza con l’atmosfera scanzonata dei quiz.

Il trampolino di lancio è partito da una chiamata arrivata in un sabato sera durante una cena romana con alcuni amici, dove in maniera decisa Renzo Arbore gli propose di lavorare per lui e così lo “Zerologo”, autore, improvvisatore, speaker e doppiatore ternano ha fatto il suo ingresso magistrale su Rai2 a fianco del celebre artista pugliese.

L’esperimento di Francesco Lancia ha come punto cardine l’obiettivo di far ridere utilizzando sondaggi, informazioni e spunti reali per riflettere su quest’epoca dove oltretutto dilagano molte fake news; un modo per affrontare argomenti seri ma con un taglio ironico, dando ampia voce ai giovani al posto di riproporre volti noti.

Lui che è un informatico laureato con tanto di lode alla Sapienza, ha deciso di inoltrarsi in tutt’altro percorso, coltivando nel corso del tempo la passione per il teatro e la scrittura che hanno notevolmente preso il sopravvento; la svolta è arrivata 15 anni fa grazie all’incontro con il Trio Medusa e alla collaborazione con Radio Deejay.

Lancia ha contribuito alla nascita della “stand up comedy Satiriasi”, uno dei suoi programmi di cui va particolarmente fiero è “Ccn”(Comedy cental news –su Sky) e con grande soddisfazione inizialmente come autore è diventato il conduttore del programma “Zero e lode”.

Una parte molto attiva della sua carriera riguarda la sua presenza nella compagnia di improvvisazione teatrale i “Bugiardini”, una “start up” avviata insieme ad altri cinque o sei matti di Roma che è passata da un pub della capitale ai teatri dove notevole è stato il risultato riportato dallo spettacolo totalmente improvvisato, una vera novità ed avanguardia per l’Italia.

Francesco ha tanto rammarico e tristezza perché gli manca la sua terra, Terni, dove ancora dovrà  approdare a livello lavorativo ma il suo cuore e le sue radici sono lì in maniera stabile e tutto ciò traspare anche nei riferimenti che nei suoi programmi è solito fare come richiamo alle sue origini.

Si auspica che Terni oltre che per il discorso acciaierie possa rifiorire anche a livello artistico-culturale, esprimendo la sua gratitudine e felicità per contribuire a questa rinascita al fine di organizzare anche con i suoi colleghi qualche spettacolo diffondendo la sua arte mista di suspance, improvvisazione ed umorismo.