Come Iniziare nel miglior modo l’anno nuovo?

In Italia e all'estero i riti propiziatori di Capodanno

0
146

 

Come attirare la fortuna (evitando l’intimo rosso)!

Molti forse non ci crederanno, ma tra i più superstiziosi all’estero ci stanno proprio loro!  I tedeschi!  In Germania credono che chi riceve una moneta portafortuna l’ultimo dell’anno avrà fortuna e “ricchezza” nel anno nuovo, invece il buon vecchio ferro di cavallo (di qualsiasi materiale) dovrebbe fungere come talismano per la casa e proteggere contro i stranieri(?).  Molto amato come portafortuna sono lo spazzo cammino e il quadrifoglio, sia come oggetto che come decorazione per la festa.  Il quadrifoglio sta per fortuna e speranza e proprio per questo a parte le decorazioni, usano anche regalare una testaccia piena di quadrifogli.  La persona al quale volete regalare fortuna non ha il pollice verde, lo spazzacamino non vi piace, il ferro già gliel’avete regalato?  Rimangono:

–         il “Glücksschwein” (il maialino portafortuna) che simboleggia ricchezza e prosperità.  Loro lo regalano di marzapane, ma lo trovi anche come porta chiave con nella schiena una monetina (1 centesimo) portafortuna o con un quadrifoglio in bocca.

–        la coccinella, che viene vista come il messaggero di Maria, aiuterebbe i malati e i bambini.

–        il vischio protegge(va) dalle streghe, come la stessa monetina portafortuna (in tasca o inchiodato nella porta della stalla)!  Per i fidanzati (da troppi anni) un bacio sotto il vischio dovrebbe portarvi all’altare nel anno nuovo!

 

I sudafricani per togliersi vecchi dolori, buttano dalla finestra mobili e elettrodomestici.  Più grandi sono, più grande lo spazio per fare entrare nuove speranze.  Un rito che usano con pezzi, per fortuna, più piccoli i  napoletani e i romani.  Qualcuno addiritura si limita ai cocci, altri invece buttano semplicemente cose vecchie.

 

Carina è la credenza che, se si incontra allo scoccare della mezzanotte, un vecchio o un gobbo, si avrà fortuna. Meno carina la credenza che se si incontra un bambino o un prete, si avrà disgrazia!  Meglio allora credere ai piemontesi, per loro porta fortuna incontrare un carro di fieno o un cavallo bianco, anche se, di questi tempi, dove li incontri!?

 

In Russia aprono la porta di casa dopo il dodicesimo rintocco per fare entrare l’anno nuovo.  Particolare ma un po’ rumoroso (a parte che a me personalmente non piace il gong) è il rito degli giapponesi.  Prima di mezzanotte le famiglie si recano nei templi per bere sakè (e ci credo) ed ascoltare 108 colpi di gong che annunciano l’arrivo di un nuovo anno.  Secondo i giapponesi, i peccati che una persona può commettere in un anno siano proprio 108 e in questo modo ci si purifica.

Nella campagna Rumena usano travestirsi da orso, per poi passare, ballando, da casa a casa.  Cacciando via il male.  Molto carina è anche la loro usanza di salutare gli animali che si incontrano a capodanno.

 

I turchi oltre alla biancheria rossa spargono sale davanti al portone intorno a mezzanotte, per attirare la fortuna.  A Singapore scrivono desideri su palloncini bianchi per poi farli galleggiare sul fiume Singapore.  In Danimarca oltre a saltare nell’acqua gelida, usano buttare il servizio di piatti (tazze ecc) davanti o contro la casa dei vicini!  Più cocce trovi sul zerbino, più fortuna avrai.  In Nuova Zelanda non rompono nulla, a parte i timpani, perché a mezzanotte iniziano a sbattere le pentole e le padelle, per mandare via i spiriti maligni.  Gli irlandesi come i danesi amano tirare, non i piatti ma il pane. Tirando una pagnotta contro il muro, cacceresti gli spiriti e le energie negative per lasciare spazio a un nuovo anno più puro.

 

Non vi ispira nulla, aspettare la prossima e ultima “puntata” dei riti e usanze per un nuovo anno migliore.