CHEF SPERANZINI: “STIAMO A CASA E CUCINIAMO”

"lu rocciu", una ricetta dal sapore sociale

0
1245
Chef-Piera Speranzini
Chef-Piera Speranzini

In dialetto folignate dicesi “rocciu”, in italiano ciambellone: un dolce tradizionale umbro, adatto alla colazione, da inzuppare nel latte, per la merenda, mentre i grandi lo intingevano nel vino o nei liquori, era ed è usato anche raffermo come base della “zuppa inglese”. “Lu rocciu” si faceva in casa, (quando non c’erano ancora le merendine industriali), con pochi ingredienti, sani e genuini, era e rimane il dolce tipico della domenica o di una festa in famiglia, immancabile sulla tavola della “colazione di Pasqua”.

La Chef Piera Speranzini, folignate e scanzanese doc, ci propone questa ricetta con uno spirito sociale, adatta in questi momenti in cui si deve stare tutti in casa, per la gioia di nonni e bambini. infatti allega alla ricetta anche l’invito: “bimbi, mettete le mani in pasta anizhè in bocca”.

Ingredienti per “lu rocciu”

-3 uova fresche

-200 grammi di zucchero semolato

-250 grammi di farina tipo 00

-1 bicchiere di latte

-1 tazzina di mistrà

-1 cartina per dolci

-olio di semi q.b

-buccia di limone grattugiata q.b

Procedimento

1-montare le uova insieme allo zucchero nella planetaria in modo da creare uno zabaione,

il composto spumoso
il composto spumoso

2-poi aggiungere tutti gli altri ingredienti ed impastare fino a rendere il composto ben  spumoso ed omogeneo.

3-versane il composto in una teglia per ciambellone, dopo aver unto il fondo e ie pareti con olio di oliva o burro,

4-Infornare a 170°, (a forno ventilato), per circa 40 minuti, fino a quando il dolce risulti di un colore ben dorato.

il risultato finale
il risultato finale

Buon divertimento a mamme, nonne e bambini.

Chef Piera Speranzini