BRUFA, CAPITALE DI ARTE CONTEMPORANEA

A Brufa, Pg, uno dei più importanti parchi di sculture d’arte contemporanea d'Europa, un grande museo all’aria aperta

0
117
museo di Brufa
museo di Brufa

Tutto nasce per merito della bella iniziativa, “Scultori a Brufa”, (che prosegue e cresce ogni anno, fin dall’estate del 1987, con la prima scultura donata da Massimo Pierucci), durante il ritorno dell’artista nel piccolo borgo umbro, luogo d’origine dei suoi nonni paterni.

In 33 anni, si è quindi potuto realizzare questo perfetto connubio tra natura, paesaggio urbano, paesaggio rurale e sculture di arte contemporanea. Un museo “a cielo aperto”, un percorso di opere realizzate da artisti di fama nazionale ed internazionale, che si snoda lungo il crinale della collina e nel borgo di Brufa, (frazione di Torgiano, in provincia di Perugia), una zona famosa per la produzione di ottimi vini e inserita all’interno della Strada dei vini del cantico.

Questo grande museo, è diventato ancora più ricco, grazie all’aggiunta dell’opera dello scultore Alex Corno, lo scultore  americano che ha proposto una sua scultura del 2003 in ferro intitolata “Contrappunto”.

Le parole di Alex Corno

“Sin dal primo istante – dichiara ancora Corno – ero certo che quell’ambiente avrebbe garantito a Contrappunto di trovare sia per la magia del luogo che per l’energia condivisa con le altre sculture ‘ancorate’ al territorio, un’ideale collocazione e la migliore opportunità per esprimere parte della mia trentennale ricerca. Una realtà esemplare dunque. Dove il ‘fare scultura’ si conferma e confronta come priorità culturale e sociale indispensabile non solo per il territorio umbro. Un bisogno condiviso tra Scultura e natura essenziale al nostro vivere”.